Classi di concorso 60 CFU Uniss

Classi di concorso 60 CFU Uniss

Le classi di concorso 60 CFU Uniss si inseriscono in un quadro ben preciso. Infatti, esse si rifanno ai percorsi abilitanti 60 CFU Uniss.

L’Università degli Studi di Sassari è tra gli Atenei che ha chiesto l’accreditamento alle istituzioni ministeriali. Lo ha fatto per mettere in atto la nuova formazione e abilitazione rivolta ai docenti italiani.

In particolare, i 60 CFU volgono il proprio sguardo alla scuola secondaria di I e II grado. Un elemento, quindi, che è atteso con una certa ansia da tutti coloro che vogliano intraprendere una siffatta carriera lavorativa.

Inoltre, bisogna ricordare che tale università non è l’unica ad aver intrapreso tale strada. Basti pensare alle classi di concorso 60 CFU Unifi. In ogni caso, l’Uniss ha messo a disposizione una pagina web per gli interessati a tale formazione.

Tabella classi di concorso 60 CFU Uniss

Le classi di concorso 60 CFU Uniss, quindi, hanno lo scopo di preparare i futuri insegnanti dell’istruzione del nostro Paese. Per farlo, però, ha la necessità di ottenere l’assenso da parte del Ministero dell’Istruzione e del Merito.

Mentre lo attende, si è portata avanti chiedendo l’accreditamento di alcune classi di concorso. La tabella sottostante è in grado di specificare quali esse siano.

Classe di ConcorsoDisciplina
A11Discipline letterarie e latine
A12Discipline letterarie negli istituti di istruzione secondaria di II grado
A22Italiano, Storia e Geografia nella scuola secondaria di II grado
A28Matematica e Scienze
A50Scienze naturali, chimiche e biologiche
A51Scienze, tecnologie e tecniche agrarie
AA24Lingue e culture straniere negli istituti di istruzione secondaria di II grado (Francese)
AA25Lingua inglese e seconda lingua comunitaria nella scuola secondaria di I grado
AB24Lingue e culture straniere negli istituti di istruzione secondaria di II grado (Inglese)

Da quanto mostrato, è evidente che l’Università degli Studi di Sassari avrà meno corsi a disposizione rispetto ad altri Atenei. In ogni caso, anche tale istituzione non può far altro che attendere gli aggiornamenti da parte del Ministero dell’Istruzione e del Merito.

Condividi questo articolo

Articoli Recenti