Nuovi percorsi abilitazione insegnamento: 60 CFU, 30 CFU e 36 CFU

Nuovi percorsi abilitazione insegnamento 60 CFU, 30 CFU e 36 CFU

Sono stati delineati nuovi itinerari di formazione per l’abilitazione all’insegnamento, con la previsione di percorsi specifici da 60, 30 e 36 CFU. 

Il DPCM 60 CFU, un testo di rilevante complessità, è stato esposto ai sindacati e ha ricevuto il parere del Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione (CSPI). Tale documento intreccia il Decreto Legislativo, modificato dal DL 36/22, al fine di armonizzare il regime transitorio, attivo fino al 31 dicembre 2024, e il regime ordinario. 

Le prossime tappe dell’estate 2023 vedono la pubblicazione definitiva del DPCM e l’avvio del concorso straordinario ter (nell’ambito delle misure previste PNRR). 

Nuovi percorsi abilitazione insegnamento: i 60 CFU

Il percorso di 60 CFU è riservato a laureati, diplomati ITP e a studenti iscritti a corsi universitari che conducono a titoli idonei all’insegnamento, purché abbiano acquisito almeno 180 CFU. 

Percorso CFUDestinatariRequisiti
60 CFULaureati
Diplomati ITP
Studenti in corsi di studi per insegnantiAcquisizione di almeno 180 CFU

Nuovi percorsi abilitazione insegnamento: i 30 CFU

Il percorso di 30 CFU, invece, nell’ambito della fase transitoria prevista dalla Riforma Bianchi (fino al 31.12.2024), è dedicato ai vincitori di concorso già detentori di 30 CFU. 

Nonché ai docenti già abilitati in un’altra classe di concorso o in un altro grado. E ai docenti specializzati e assunti su sostegno che non dispongono dell’abilitazione sulla disciplina in cui insegnano.

Infine, dovranno conseguire 30 CFU anche gli aspiranti docenti vincitori di concorso il cui titolo di accesso fossero i 36 mesi di servizio.

Percorso CFUDestinatariRequisiti
30 CFUVincitori di concorsoIn possesso di almeno 30 CFU
Docenti già abilitati in altra classe di concorso o in altro grado
Docenti specializzati e assunti su sostegno senza abilitazione sulla disciplina in cui insegnano
Vincitori dei concorsi con tre annualità di servizio

Nuovi percorsi abilitazione insegnamento: i 36 CFU

Infine, il percorso da 36 CFU è destinato ai docenti che, entro il 31 dicembre 2024, accedono e superano il concorso con un titolo di laurea. E che abbiano conseguito i 24 CFU entro il 31 ottobre 2022.

Percorso CFUDestinatariRequisiti
36 CFUDocentiLaurea e 24 CFU conseguiti entro il 31/10/2022, accesso e superamento del concorso entro il 31/12/2024

La Riforma Bianchi

Il DL n. 36/2022, convertito nella legge n. 79/2022 e modificante il D.lgs. 59/2017, ha definito il nuovo sistema di formazione iniziale e di accesso alla professione docente per la scuola secondaria di primo e secondo grado. 

Nello specifico, la Riforma della formazione iniziale e continua e del reclutamento dei docenti prevede:

  • percorso di formazione universitaria e accademica abilitante di 60 CFU/CFA;
  • concorso pubblico nazionale su base regionale o interregionale;
  • periodo annuale di prova in servizio con esame finale e valutazione conclusiva.

I potenziali insegnanti della scuola secondaria potranno partecipare al concorso a condizione di possedere il titolo di studio adeguato e aver conseguito:

  • 24 CFU entro il 31/10/2022 (fino al 31/12/2024); 
  • 30 CFU tramite un percorso universitario (fino al 31/12/2024); 
  • 60 CFU tramite un percorso universitario;
  • 3 anni di servizio, anche non consecutivi, negli ultimi cinque anni, di cui uno specifico nella classe di concorso per la quale concorrono. 

SCARICA la bozza DPCM 60 CFU

Condividi questo articolo

ALTRI CONTENUTI CHE POTREBBERO INTERESSARTI