Percorsi abilitanti 60 CFU Unistrasi

Percorsi abilitanti 60 CFU Unistrasi

Negli ultimi tempi, si sta assistendo a un’evoluzione significativa nel settore dell’istruzione. Al centro di questa trasformazione ci sono i percorsi abilitanti 60 CFU Unistrasi.

Un punto di eccellenza in questa iniziativa è rappresentato dall’Università per gli Stranieri di Siena. Essa si distingue per l’offerta di tale percorso formativo.

Tale corso è rivolto a coloro che ambiscono a diventare insegnanti nella scuola secondaria di I e II grado. Oltre a ciò, si inserisce saldamente nel contesto della normativa italiana.

Le radici di questo cambiamento affondano nel Decreto Legislativo n. 36 del 30 aprile 2022, poi convertito nella Legge n. 79 del 29 giugno 2023. Ciò ha delineato un percorso chiaro e stabile per chi desidera intraprendere questa carriera.

Il DPCM 60 CFU assume un ruolo cruciale, offrendo dettagli e informazioni indispensabili per coloro che aspirano a candidarsi e a partecipare a questi programmi di formazione.

Un altro aspetto di fondamentale importanza sono le Linee Guida ANVUR. Sono essenziali per l’accreditamento dei programmi formativi per gli anni accademici 2023-2024 e 2024-2025.

I futuri insegnanti devono prestarvi particolare attenzione. Il motivo è che costituiscono un punto di riferimento imprescindibile per l’avvio di questo percorso abilitante.

Come si svolgono i percorsi abilitanti 60 CFU Unistrasi?

Il MIM si rivela cruciale nell’ottica dei percorsi abilitanti 60 CFU Unistrasi. La sua rilevanza si evidenzia nel delineare le linee guida fondamentali per questi percorsi.

Gli aspiranti docenti in cerca di una cattedra permanente devono seguire un percorso ben definito:

  • formazione iniziale. Qui i partecipanti devono completare un programma formativo specifico presso un’università o istituzione accademica riconosciuta. Il requisito è ottenere almeno 60 CFU (Crediti Formativi Universitari) o CFA (Crediti Formativi Accademici);
  • concorso nazionale. Dopo aver superato con successo la fase di formazione e acquisito i 60 CFU/CFA richiesti, i candidati sono tenuti a partecipare a un concorso pubblico a livello nazionale. È da considerare che, in base alle normative locali, potrebbero esistere concorsi anche a livello regionale o interregionale;
  • fase di prova nell’insegnamento. Una volta superato il concorso, i futuri insegnanti affrontano una fase di prova nell’insegnamento della durata di un anno. Questo periodo comprende un esame finale e una valutazione conclusiva per determinare l’idoneità dell’insegnante.

Criteri di accesso

Il Ministero dell’Istruzione e del Merito ha istituito criteri stringenti per l’accesso ai percorsi abilitanti 60 CFU Unistrasi. Questi percorsi si distinguono per la loro natura altamente personalizzata.

Infatti, i requisiti di ammissione sono adattati alle singole caratteristiche dei candidati. Ecco una tabella dettagliata che espone le varie condizioni con cui si possono confrontare gli aspiranti docenti:

Percorso CFUDestinatariRequisiti
60 CFULaureati
60 CFUITPDiploma fino al 31 dicembre 2024. Dal 1° gennaio 2025: laurea
60 CFUStudenti in corsi di studio per insegnantiAcquisizione di almeno 180 CFU

Attività formative

Parlando dei percorsi abilitanti 60 CFU Unistrasi, un’analisi approfondita coinvolge diversi elementi cruciali. Tra questi, spiccano le molteplici attività formative che rappresentano un pilastro fondamentale nella preparazione del percorso.

Queste attività sono strettamente vincolate alle direttive ministeriali del Ministero dell’Istruzione e del Merito. Le linee guida pertinenti si trovano nel Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri datato 4 agosto 2023.

Attività formativeCFU/CFA
Discipline di area pedagogica10
Tirocinio diretto e indiretto20
Formazione inclusiva delle persone con BES3
Disciplina di area linguistico-digitale3
Disciplina psico-socio-antropologiche4
Metodologie didattiche: introduzione ai modelli di mediazione didattica per la secondaria2
Didattiche delle discipline e metodologie delle discipline di riferimento (delle classi di concorso)16
Discipline relative all’acquisizione di competenze nell’ambito della legislazione scolastica2

L’Università per Stranieri di Siena

Il panorama dell’istruzione, quindi, è andato a cambiare con il DPCM emesso il 4 agosto 2023. Esso stabilisce le linee guida per una rivoluzione nel sistema di formazione e abilitazione per la scuola secondaria.

Il tutto come era già stato definito nella Legge 79 del 2022. Tali percorsi innovativi, completi di 60 CFU, vengono arricchiti da esperienze pratiche nelle istituzioni scolastiche.

Inoltre, dovranno prendere vita già a partire dal prossimo anno accademico 2023-24. L’Università per Stranieri di Siena è tra le sedi che metteranno in atto una siffatta formazione docenti.

Si è in attesa, dunque, dei percorsi abilitanti 60 CFU Unistrasi. Per poter avviare il progetto, però, si necessita dell’approvazione del Ministero dell’Istruzione e del Merito.

Nel frattempo che ciò avvenga, l’ateneo in questione ha creato una pagina web apposita per dare ulteriori informazioni ai candidati. In tal modo potranno arrivare preparati alle prove che li attendono.

Condividi questo articolo

ALTRI CONTENUTI CHE POTREBBERO INTERESSARTI