Certificazioni informatiche: corso Pekit Expert

corso Pekit Expert

Nel mondo del lavoro è diventato strettamente necessario possedere delle conoscenze informatiche. Esse vanno, inoltre, dimostrate. Il corso Pekit Expert che permette di ottenere la certificazione informatica è perfettamente rispondente a questo contesto.

Il mondo scolastico non è da meno rispetto ad altri settori. Ecco perché, per entrare a farne parte è necessario avere competenze relative alle TIC (Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione).

In questo contesto il corso Pekit occupa una posizione alquanto rilevante.

Valutazione della Certificazione Pekit Expert

Il MIUR, anzi, per essere più precisi, la Direzione Generale per il Personale Scolastico hanno riconosciuto la certificazione PEKIT Expert come titolo valutabile secondo le tabelle ministeriali MIUR vigenti:

  • 0,50 punti per le Graduatorie Provinciali per le Supplenze (GPS);
  • 0,60 punti per quanto riguarda il personale ATA nelle figure di Assistente Amministrativo, Assistente Tecnico, Cuochi e Infermieri;
  • mentre solo 0,30 punti per quanto riguarda il personale ATA nella figura di collaboratore scolastico.

Il corso Pekit Expert, come tutte le altre certificazioni informatiche, è ritenuto come valido per accrescere il punteggio nelle GPS indipendentemente dalla fascia in questione, o dal grado di scuola nella quale si andrà ad insegnare, o della tipologia di posto.

La certificazione Pekit è valida per docenti, personale ATA, ma anche per professionisti digitali, non necessariamente legati al mondo della scuola.

Finalità del corso Pekit Expert

Il compito principale del corso Pekit Expert è quello di addestrare i professionisti della scuola nell’uso del PC e del Web. Si tratta di un ottimo metodo per l’insegnamento dell’ambito tecnologico.

Inoltre, si tratta di una certificazione informatica aperta a svariate categorie. Può essere conquistata sia dagli aspiranti docenti, sia da coloro i quali vogliono far parte del personale ATA. Ovviamente la certificazione ha una valenza diversa secondo l’ambito di utilizzo.

Il corso Pekit Expert è suddiviso in 4 moduli progressivi e graduali. Si comincia dalle nozioni fondamentali come le conoscenze basilari per avvicinarsi all’utilizzo del PC, per arrivare fino alle competenze digitali aggiornate per quanto riguarda il lavoro d’ufficio e la comunicazione multimediale.

Spendibilità della certificazione informatica Pekit Expert

Il corso Pekit Expert si basa sulle conoscenze strettamente necessarie per quanto riguarda il nuovo ambito lavorativo, digitale e tecnologico che viene richiesto oggi dal mondo del lavoro, sia in ambito pubblico e sia in ambito privato.

Si tratta, quindi, di una certificazione estremamente spendibile:

  • è utilizzabile in concorsi pubblici soprattutto per quanto riguarda docenti e personale ATA;
  • è, ovviamente, utile per formazione personale e professionale;
  • aiuta nella creazione di un portfolio efficace per la ricerca delle nuove figure digitali.

Struttura dei moduli del corso Pekit Expert

I 4 moduli tematici che compongono il corso Pekit  Expert sono sintetizzabili così:

  • Cominciare le operazioni: si tratta della fase introduttiva, dove vengono spiegati i principi basilari della gestione dei file e delle cartelle;
  • Vivere in connessione: in questa fase vengono affrontati il tema del Web, Google e dei Social;
  • Esperienza Multimediale: editing di immagini, audio e video e creazione di CD;
  • Diventare Esperti: temi relativi alla sicurezza informatica, navigazione dei bambini ed agende elettroniche.

Si tratta di competenze che vengono acquisite grazie ad un percorso relativo a diverse aree tematiche, che consentono un uso pratico del computer.

Il percorso formativo e l’esame finale

Gli esami relativi corso Pekit Expert, che portano all’acquisizione della certificazione informatica, richiedono conoscenze e competenze proporzionali al livello in questione. Per ogni livello sono previsti 36 quesiti e il livello è da considerarsi superato con il 70% di risposte corrette.

Il programma del corso è strutturato secondo una serie di livelli graduali che dà la possibilità di acquisire il bagaglio di saperi necessario per realizzare con successo e profitto le principali attività didattiche e formative.

La piattaforma è suddivisa in 12 percorsi, ognuno dei quali contiene delle lezioni. Una volta che le lezioni ed esercitazioni sono completate è possibile sostenere l’esame finale. 

Tale esame conclusivo è composto da 30 domande a risposta multipla alle quali bisogna rispondere esattamente al 60%. Dopodiché sarà possibile scaricare immediatamente l’attestato.

Ovviamente, affinché la certificazione Pekit sia valida e riconosciuta è necessario rivolgersi ad Enti Certificatori riconosciuti dal MIUR. Soltanto in questo modo verrà riconosciuta alla certificazione informatica Pekit Expert il valore che gli è proprio.

L’uso della tecnologia e del digitale a scuola

La competenza digitale è sempre più centrale per quanto riguarda una didattica innovativa e consapevole

Emerge, perciò, la necessità di maturare una vasta gamma di competenze di ambito digitale in funzione all’esercizio della funzione docente e necessita di strumenti finalizzati a consentirne una puntuale definizione e valutazione.

Sia gli insegnanti e sia il personale ATA necessitano di stare al passo con i tempi in modo da poter accompagnare le giovani generazioni verso il futuro.

Ciò vuol dire che devono anche destreggiarsi nelle varie strumentazioni tecnologiche in continuo mutamento. 

Solo in questo modo potranno essere una guida per gli studenti ed essere in grado di comunicare con gli studenti.

La tecnologia nella scuola è essenziale, A riprova di ciò c’è da tenere in considerazione quello che è stato denominato come Piano Nazionale Scuola Digitale.

La sua elaborazione deriva dalla Legge n. 107 del 13 luglio 2015 conosciuta come La Buona Scuola. Quest’ultima sta alla base della volontà del governo di allineare i dipendenti pubblici italiani a quelli del resto d’Europa.

Per fare ciò è necessaria una formazione ed un aggiornamento continuo sia per quanto riguarda il personale docente e sia per quanto riguarda personale ATA, soprattutto nella parte amministrativa, in quanto tutte le operazioni relative al campo amministrativo sono oggi digitalizzate. 

Si tratta, infatti, di due figure in costante aggiornamento, soprattutto per quanto riguarda l’ambito digitale e informatico, essendo così mutevole e allo stesso tempo così strettamente necessario.

In tutto ciò si inseriscono le certificazioni informatiche, che danno la possibilità di apprendere le innovazioni tecnologiche che ci circondano.

La tecnologia anche nella burocrazia scolastica

Inoltre, non bisogna dimenticare che la tecnologia nel mondo scolastico è strettamente necessaria anche solo per effettuare delle operazioni strettamente legate al processo burocratico e lavorativo come:

  • iscriversi nelle differenti graduatorie scolastiche;
  • inviare una messa a disposizione all’istituto in cui si vorrebbe lavorare;
  • implementare la didattica inclusiva;
  • lo svolgimento delle funzioni burocratiche dei dipendenti e degli allievi.

Quanto detto, però, è solo una piccolissima fetta di cosa accade attraverso l’uso del digitale nelle aule. Da questo uso costante non può esimersi nessuno.

Condividi questo articolo

ALTRI CONTENUTI CHE POTREBBERO INTERESSARTI