Dattilografia. Importanza ed utilità

Dattilografia

La vita è sempre più scandita dal ritmo e dal suono di una tastiera. Che si tratti di uno smartphone, di un tablet, di un computer o – laddove ancora sopravvive – di una macchina da scrivere poco importa. Ciò che conta davvero è padroneggiare in maniera adeguata tutti i segreti e le potenzialità della dattilografia

D’altro canto, la crescente diffusione dei computer e l’utilizzo ormai profondamente radicato e consolidato della posta elettronica, dei forum, delle chat e dei blog, ne fanno uno strumento impreteribile ed indispensabile. É evidente, infatti, che al giorno d’oggi un gran numero di persone utilizza la tastiera con eccezionale frequenza, per non dire con ossessiva costanza. Sia per esigenze lavorative che per il tempo libero.

La società moderna è radicalmente diversa rispetto a quella di poco più di trent’anni fa. Tant’è che l’accesso al mondo del lavoro non può prescindere da determinate competenze. E quella della dattilografia è indubbiamente tra quelle maggiormente accreditate e richieste.  

Dattilografia. Importanza ed utilità

Volendo dare una definizione di dattilografia, potremmo dire che si tratta di un metodo di scrittura meccanica che permette di scrivere un testo con pochi errori e, soprattutto, nel minor tempo possibile. 

Considerata la straordinaria e capillare diffusione dei computer, praticamente utilizzati in tutti gli ambiti lavorativi, saper maneggiare al meglio una tastiera è fondamentale. Da qui anche la necessità, in diversi ambiti, di certificare tale competenza attraverso appositi corsi. Sia in presenza che online.    

Alla luce di quanto osservato, si comprende quanto sia importante possedere un’adeguata conoscenza della dattilografia al fine di poter sfruttare al meglio le potenzialità del computer. Così come non si può in alcun modo prescindere da un’approfondita conoscenza del mezzo e delle varie possibilità che lo stesso offre se si vogliono ottenere risultati apprezzabili.  

A che cosa serve un Corso di Dattilografia online?

Il Corso di Dattilografia è una certificazione informatica da tempo molto diffusa in numerosi settori. Compreso il mondo scolastico. E l’utilizzo della tastiera è talmente esteso – tanto da essere diventato il mezzo privilegiato per la scrittura – che si parla addirittura di “keyboard live”.

Scopo principale di questo percorso formativo è quello di fornire agli utenti tutti gli strumenti necessari per sfruttare al meglio tutte le potenzialità della tastiera ed utilizzarla al meglio e, soprattutto, correttamente. 

Viviamo in un’epoca in cui la carta e la penna sono sempre più marginali a tutto vantaggio della tastiera. 

E l’obiettivo del Corso di Dattilografia è, appunto, questo: fornire tutte le nozioni per scrivere in modo corretto con le 10 dita senza guardare la tastiera (tastiera cieca), ottimizzando i tempi. 

Con tutti i vantaggi e le comodità derivanti da un corso online. Quest’ultimo permette, infatti, di seguire le lezioni nei ritagli di tempo, tra un impegno e l’altro. E di effettuare le esercitazioni nei momenti della giornata più opportuni. 

Corso Dattilografia ATA

Abbiamo già detto che il Corso di Dattilografia è importante anche per quanto riguarda il mondo della scuola. E, in particolare, quello del Personale ATA. Ovvero il personale amministrativo, tecnico ed ausiliario presente in tutti gli istituti e scuole di istruzione primaria e secondaria, nonché nelle istituzioni educative e negli istituti e scuole speciali statali.

Nello specifico, il Personale ATA svolge funzioni amministrative, contabili, gestionali, strumentali, operative e di sorveglianza collegate all’attività delle istituzioni scolastiche e comprende:

  • il Collaboratore scolastico;
  • l’Assistente Amministrativo;
  • l’Assistente Tecnico;
  • il Collaboratore scolastico addetto alle aziende agrarie;
  • il Cuoco;
  • l’Infermiere;
  • il Guardarobiere;
  • il Direttore dei Servizi generali e amministrativi.

Ma ad essere interessato a questa preziosa certificazione informatica è, in particolare, la figura dell’Assistente amministrativo (Area B).

A tale riguardo è bene precisare che il personale ATA è suddiviso in diversi profili professionali, raggruppati in quattro Aree:

  • Area A

Collaboratore scolastico (CS)

  • Area AS

Collaboratore scolastico addetto all’azienda agraria (CR)

  • Area B

Assistente Amministrativo (AA)

Requisiti di accesso: diploma di maturità

  • Area D

Direttore dei servizi generali e amministrativi (DSGA)

Corso di Dattilografia punteggio ATA

Il Corso di Dattilografia è particolarmente importante per gli Assistenti Amministrativi anche ai fini delle graduatorie. 

Ogni scuola dispone, infatti, di Graduatorie di istituto per conferire gli incarichi a tempo determinato divise in tre fasce: 

  • Prima fascia: candidati inseriti nelle graduatorie provinciali permanenti (24 mesi).
  • Seconda fascia: candidati inseriti nelle graduatorie provinciali ad esaurimento di collaboratore scolastico, elenchi provinciali ad esaurimento di Assistente Amministrativo, Assistente Tecnico, Cuoco, Infermiere, Guardarobiere, elenchi  provinciali ad esaurimento di addetto alle aziende agrarie.
  • Terza Fascia: candidati in possesso dei titoli di accesso ai profili professionali previsti dal bando che viene emanato dal Miur con cadenza triennale.

In quest’ottica, la certificazione informatica relativa alle competenze dattilografiche vale 1 punto. Che, come è facile intuire, può essere determinante ai fini del piazzamento in graduatoria e della conseguente assegnazione di un incarico

Corso di Dattilografia accreditato Miur

Alla base dell’uso efficace della tastiera c’è la diteggiatura, ovvero la corretta posizione che bisogna assumere davanti alla stessa, nonché l’uso del metodo di scrittura a tastiera cieca attraverso graduali esercizi di apprendimento.

Con quest’ultima, in particolare, si intende una modalità di dattilografia che prevede lo scrivere senza guardare la tastiera. Si tratta, in altri termini, di riuscire a trovare i tasti giusti senza utilizzare la vista, bensì la memoria e il tatto.

Il metodo è costruito sull’utilizzo razionale delle dieci dita e sulla memorizzazione della loro posizione e, soprattutto, dei movimenti da compiere sulla tastiera.

Nello specifico, la tastiera stessa viene divisa in due parti, una per ciascuna mano. E la posizione di base delle mani viene individuata nella seconda fila dei tasti di scrittura. 

Ad ogni modo, è essenziale che il Corso di Dattilografia sia accreditato dal Miur per evitare di sprecare tempo e denaro. Qualora, infatti, la relativa certificazione informatica venga rilasciata da un ente non riconosciuto dal Miur, la stessa non avrà alcun valore ai fini delle graduatorie del Personale ATA.

Quanto costa il Corso di Dattilografia?

La dattilografia – è bene precisarlo – non è una disciplina professionale che comprende esclusivamente la tecnica di digitazione veloce a tastiera cieca.  

La stessa si occupa, infatti, anche delle basi e delle conoscenze minime necessarie per una corretta impostazione di un documento di testo.

Abbiamo già avuto modo di soffermarci sull’importanza che tale certificazione informatica – con il relativo attestato di addestramento professionale – riveste per il mondo lavorativo, compreso quello scolastico.

Del resto, essere in grado di scrivere velocemente ed in maniera corretta rappresenta un vantaggio tutt’altro che indifferente in un’ottica di efficienza lavorativa.

Ma quanto costa un Corso di Dattilografia? Come per la maggior parte dei corsi esiste una grande varietà di prezzi, che possono arrivare anche fino alle 150 euro. In alcuni casi anche oltre.

Tuttavia, tra i corsi accreditati Miur è possibile trovare anche delle offerte molto interessanti che propongono un costo di appena 57 euro.

Quanto tempo ci vuole per il corso di Dattilografia?

Il programma del Corso è strutturato in sette unità didattiche. Attraverso una prima parte teorica e, a seguire, con una serie di esercizi basati sull’ausilio di una sorta di pentagramma della dattilografia i candidati arriveranno, in modo graduale, a scrivere dei testi attraverso l’utilizzo delle dieci dita.

Come già detto, il Corso di Dattilografia – della durata complessiva di 200 ore – è rivolto a quanti vogliono scrivere con la tastiera in modo corretto ottimizzando i tempi. Ma anche a coloro che per lavoro, pur passando diverse ore a scrivere alla tastiera, non hanno ancora acquisito le competenze necessarie per scrivere con le dieci dita senza guardare la tastiera.

Ecco, quindi, che il Corso di Dattilografia su computer consente di ottenere un livello di preparazione professionale nell’evoluzione moderna della Dattilografia. A seconda dei livelli, si raggiunge la capacità di digitare testi utilizzando tutte le dieci dita delle mani, senza mai guardare la tastiera (tastiera cieca), oltre ad un’elevata precisione di digitazione ed un’alta velocità di scrittura del testo.

Le varie fasi del Corso di Dattilografia

Le diverse fasi che costituiscono il programma del Corso di Dattilografia prevedono un allenamento progressivo relativamente all’uso della tastiera. Tutta una serie di esercitazioni – guidate, controllate e verificate – che, nello specifico, hanno l’obiettivo di migliorare e perfezionare l’abilità dei candidati.

In particolare, il Corso è finalizzato a consentire ai candidati di:

  • memorizzare e posizionare le dita su tutte le linee di tasti di una tastiera QWERTY;
  • memorizzare le combinazioni di tasti relativi ai caratteri speciali e alle funzioni;
  • esercitare la memorizzazione della diteggiatura senza timing;
  • esercitarsi per migliorare la precisione;
  • esercitarsi per aumentare la velocità con timing;
  • esercitarsi liberamente sfruttando programmi di videoscrittura, messaggistica e altri sistemi di comunicazione.

Una volta memorizzata la posizione delle dita sulla tastiera – che rappresenta la base della tastiera cieca – i candidati dovranno, quindi, insistere sulla precisione. Abbassando, il più possibile, la loro percentuale di errori e, allo stesso tempo, aumentando, in maniera progressiva anche la velocità di digitazione.

In che consiste l’esame di Dattilografia?

Per certificare le competenze acquisite, al termine del corso è prevista una prova finale di 30 domande a risposta multipla da svolgere in 45 minuti di tempo.

Il superamento dell’esame dà, inoltre, diritto all’Attestato di Addestramento Professionale Dattilografia. Richiesto anche in alcuni concorsi pubblici. 

Condividi questo articolo

ALTRI CONTENUTI CHE POTREBBERO INTERESSARTI