Corso inglese B2

Corso inglese B2

Conoscere una lingua straniera è, oggi, un requisito estremamente essenziale. La lingua richiesta, praticamente ovunque ad almeno un livello intermedio di conoscenza e padronanza, è l’inglese. Il modo più ovvio e semplice per poterla acquisire è frequentare un corso che permetta di raggiungere almeno il livello B2.

Chiaramente la semplice conoscenza della lingua non basta. Bisogna poter certificare questa conoscenza attraverso delle certificazioni linguistiche che siano riconosciute e ritenute valide dal MIUR.

In questo modo si sarà in possesso di un attestato valido a livello internazionale che può garantire una marcia in più sia a livello accademico e sia a livello lavorativo. 

Inoltre, chi è in possesso di certificazioni linguistiche riconosciute e accreditate dal MIUR ha diritto letteralmente a dei punti extra per quanto riguarda concorsi pubblici e graduatorie per impieghi relativi alle Pubbliche Amministrazioni.

Abilità di chi parla inglese B2

Per prendere il certificato B2 in inglese si può frequentare un corso presso una scuola di lingue, sia essa online o dal vivo, che prepari per gli esami B2

Inoltre, è possibile frequentare corsi universitari o di specializzazione che prevedano l’apprendimento dell’inglese a livello B2.

Il livello B2 dell’inglese è considerato intermedio-alto. Al livello B2, un parlante è in grado di:

  • comprendere il contenuto di testi complessi e di partecipare a conversazioni avanzate su argomenti vari, anche specialistici;
  • Esprimere opinioni e fare presentazioni in modo chiaro e dettagliato, con un buon controllo della grammatica e del vocabolario;
  • adattare il proprio linguaggio a situazioni diverse e interagire con persone madrelingua in modo fluente e naturale;
  • sviluppare una comprensione avanzata del sistema linguistico inglese, inclusi usi idiomatici e registri formali e informali.

Il livello B2 è riconosciuto a livello internazionale come un requisito per molti scopi, come studiare o lavorare all’estero, o per ottenere punti in più in concorsi pubblici.

Il corso di inglese a livello B2

Un corso di inglese B2 può essere destinato a coloro che hanno già una buona conoscenza della lingua e desiderano migliorare ulteriormente le loro abilità oppure certificarle.

Si tratta di corsi che possono essere svolti presso scuole di lingue, istituti privati o online. La durata dei corsi varia in base alle esigenze individuali e all’istituzione in cui si sceglie di studiare e anche alla modalità con la quale questi corsi vengono erogati.

I corsi di inglese B2 solitamente coprono una vasta gamma di argomenti.

Gli insegnanti utilizzano metodi didattici interattivi, come esercizi, discussioni, giochi linguistici e lavori di gruppo, per aiutare gli studenti a migliorare la loro competenza linguistica.

Per prendere la certificazione linguistica B2 di inglese è necessario sostenere un esame presso un’organizzazione accreditata e riconosciuta dal MIUR. Soltanto in questo modo gli esami che valutano la capacità di comprensione e produzione scritta e orale della lingua inglese saranno riconosciuti a livello internazionale.

Questi corsi possono aiutare a sviluppare la confidenza nell’utilizzo della lingua inglese, migliorare le opportunità di carriera e rendere più facile la comunicazione con persone di diverse culture.

Quadro comune europeo di riferimento per le lingue

Finora si è parlato insistentemente di questo livello B2, ma cerchiamo di vedere insieme cosa significhi nello specifico.

Il Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue (QCER) è un sistema descrittivo accettato a livello europeo per la valutazione delle capacità linguistiche. Ha lo scopo di promuovere un’educazione plurilingue di qualità e di facilitare la mobilità sociale e lo scambio tra i professionisti delle lingue. 

Il QCER fornisce un metalinguaggio per discutere le competenze linguistiche condivisibili da tutti i cittadini europei e contribuisce all’attuazione dei principi del Consiglio d’Europa sull’educazione linguistica.

Il QCER è basato su una scala europea e descrive a che livello si parla e si comprende una lingua straniera. Le abilità linguistiche basilari descritte sono: ascoltare, parlare, leggere e scrivere. Una volta che queste abilità sono correttamente utilizzate, si può affermare di conoscere una lingua e applicare i livelli del QCER.

Il QCER è strutturato in 6 livelli:

A – Base

A1 – Livello principiante: comprensione ed uso espressioni di uso quotidiano e frasi basilari. Interazione in modo con collaborazione del secondo interlocutore.

A2 – Livello elementare: si tratta di poter comunicare in situazioni semplici. Solitamente coloro i quali si trovano a questo livello si trovano agli inizi del proprio percorso di studio della lingua.

B – Autonomia

B1 – Livello intermedio: per tutti coloro i quali conoscono già le basi della lingua e vogliono progredire per acquisire competenze linguistiche pratiche per un uso quotidiano.

B2 – Livello intermedio superiore: la qualifica più richiesta in assoluto. Con il B2 si dimostra di aver raggiunto le competenze linguistiche solide per poter comunicare con sicurezza in tutti i contesti.

C – Padronanza

C1 – Livello avanzato: è il livello elevato di competenza nella lingua ed è la certificazione ideale per la preparazione all’accesso ad università estere o nel mondo del lavoro sotto una prospettiva internazionale.

C2 – Livello di padronanza: il livello più avanzato in assoluto. Essere in possesso di questo livello di certificazione attesta la conoscenza della lingua con una padronanza davvero eccellente, quasi al pari dei madrelingua.

Differenze tra i due livelli intermedi

La differenza principale tra i livelli B1 e B2 riguarda le competenze linguistiche e le conoscenze grammaticali. 

Il livello B1 indica che una persona è in grado di comprendere e utilizzare una lingua in situazioni quotidiane e in contesti familiari. Il livello B2 indica una conoscenza più avanzata della lingua, che permette di affrontare situazioni più complesse e di comunicare con fluenza e precisione.

Per raggiungere il livello B2 una persona deve dimostrare di avere una buona padronanza della lingua e di essere in grado di comprendere e utilizzare il linguaggio in modo autonomo

Questo livello è spesso richiesto per scopi professionali o accademici e per accedere a programmi di studio o lavoro all’estero.

La difficoltà del livello B2 dipende da molte variabili, come il livello di conoscenza della lingua di partenza, il tempo dedicato allo studio e l’impegno nell’apprendimento. In generale, il livello B2 richiede una buona conoscenza della lingua e delle sue regole grammaticali, nonché una capacità di comunicare con fluidità e precisione.

Per alcune persone che già hanno una certa conoscenza della lingua, raggiungere il livello B2 può essere abbastanza facile, specialmente se hanno l’opportunità di praticare regolarmente la lingua. Tuttavia, per altre persone che non hanno mai studiato la lingua o hanno solo una conoscenza di base, il livello B2 può essere più difficile da raggiungere.

In ogni caso, il livello B2 può essere raggiunto attraverso una combinazione di studi autonomi, corsi di lingua, pratica conversazionale e test di certificazione. Con impegno e dedizione, qualsiasi persona può raggiungere il livello B2 di inglese.

Come ottenere il livello B2 di inglese 

Per ottenere il livello B2 in inglese, è necessario dimostrare di avere le competenze linguistiche e le conoscenze grammaticali appropriate per questo livello. Questo può essere fatto attraverso diverse opzioni, tra cui:

  • Corsi di lingua: per ottenere una certificazione di inglese riconosciuta e certificata frequentare corsi di lingua presso scuole di lingua o università, che possono preparare ai test di certificazione è indispensabile.
  • Studi autonomi: per passare gli esami è bene cercare di raggiungere una certa preparazione. Perciò, è consigliabile utilizzare tutti i materiale a propria disposizione per studiare da soli.
  • Pratica conversazionale: per esercitarsi è necessario parlare con madrelingua o con persone che parlano inglese come seconda lingua per migliorare le competenze di conversazione.

Si consiglia di utilizzare una combinazione di queste opzioni per ottenere il livello B2 in inglese.

Scelta di una certificazione linguistica

Una volta capito come poter arrivare a sostenere un esame di inglese ben preparati, è arrivato il momento di scegliere la certificazione e il corso più adatto alle proprie esigenze.

Per scegliere una certificazione linguistica è utile considerare i seguenti fattori:

  • Scopo: per quale scopo si vuole aggiungere al proprio curriculum la certificazione di inglese?
  • Livello di conoscenza: quale livello di conoscenza del linguaggio si ha già e a quale livello si desidera raggiungere? Ovviamente, è sempre consigliato di iniziare a certificarsi a partire dal livello B2 dal momento che praticamente ovunque è il livello minimo richiesto.
  • Valutazione: quale sistema di valutazione e certificazione si preferisce?
  • Costo: quanto si è disposti a spendere per ottenere la certificazione?
  • Tempo: quanto tempo si è disposti a dedicare per prepararsi e ottenere la certificazione?
  • Accessibilità: dove si vive e dove si desidera ottenere la certificazione, poiché alcune opzioni potrebbero non essere disponibili ovunque.

É opportuno considerare questi fattori e fare una comparazione tra diverse opzioni per determinare quale certificazione soddisfi le proprie esigenze.

Costo di un corso di inglese B2

Il costo di un corso di inglese B2 può variare in base a diversi fattori come la durata del corso, la posizione geografica, la scuola di lingua e il metodo di insegnamento. 

In generale, il costo può oscillare da alcune centinaia a diverse migliaia di euro.

Prima di prendere una decisione è consigliabile valutare le diverse opzioni, soprattutto le modalità di erogazione del corso. In alcuni casi, potrebbero essere disponibili offerte o sconti speciali che rendono il corso più conveniente.

Struttura dell’esame di inglese 

Gli esami di inglese sono strutturati in modo diverso a seconda delle diverse organizzazioni che li organizzano. 

Ad ogni modo, tutti gli esami di inglese comprendono prove per valutare tutte le abilità linguistiche. Si tratta della capacità di comprensione dell’ascolto, la capacità di comunicazione scritta e orale, e la conoscenza della grammatica e del vocabolario.

Gli esami di inglese più comuni di solito durano da 2 a 4 ore e comprendono una serie di sezioni che valutano le abilità linguistiche in modo mirato. 

In generale, gli esami di inglese sono progettati per valutare in modo rigoroso le capacità linguistiche e per fornire un certificato riconosciuto a livello internazionale che attesti il livello di conoscenza della lingua.

Se non si passa un esame per il livello B2, ciò non significa necessariamente che non si è in grado di comunicare in inglese o che non si è pronti per le opportunità professionali o accademiche che richiedono questo livello. Potrebbe essere necessario solo un po’ più di tempo e pratica per raggiungere il livello B2.

In alcuni casi, il fallimento nel superare un esame B2 può indicare la necessità di concentrarsi su aree specifiche come la grammatica, il vocabolario o la comprensione dell’ascolto.

Tuttavia, la maggior parte dei corsi di inglese danno la possibilità di poter ripetere l’esame. Addirittura, a volte, c’è la possibilità di ripetere solo la parte che presenta delle lacune

In generale, non superare un esame B2 non deve essere visto come una sconfitta, ma come un’opportunità per migliorare ulteriormente le proprie capacità linguistiche e per raggiungere il livello B2 in futuro.

Condividi questo articolo

ALTRI CONTENUTI CHE POTREBBERO INTERESSARTI