Concorsi scuola 2023, novità

Concorsi scuola 2023, novità

Nel corso dell’incontro svoltosi il 3 luglio tra i rappresentanti del Ministero dell’Istruzione e del Merito (MIM) e i sindacati rappresentativi del settore scolastico si è discusso delle procedure concorsuali per l’assunzione dei docenti della scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di primo e secondo grado. A partire dalle novità per i Concorsi scuola 2023 introdotte dai decreti 59/2017, 36/2022 e 75/2023. 

Tali modifiche influiscono sul sistema di reclutamento dei docenti a tutti i livelli scolastici. Ma con alcune piccole differenze tra la scuola dell’infanzia e primaria e la scuola secondaria di primo e secondo grado. 

L’obiettivo è, ad ogni modo, quello di favorire il raggiungimento degli impegni assunti dall’Italia a livello europeo con il PNRR (Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza). Con quest’ultimo che prevede l’assunzione di almeno 70.000 docenti entro il 31 dicembre 2024

Ed è proprio in quest’ottica che si inserisce la pubblicazione dei bandi di diversi concorsi scuola – entro la fine del 2023 – per coprire i vari posti vacanti nella pubblica istruzione.

Concorsi scuola 2023: il Concorso Straordinario ter 

Molto probabilmente entro la fine dell’estate verrà pubblicato il bando relativo al Concorso straordinario ter riservato agli aspiranti docenti in possesso dei seguenti requisiti:

  • 3 anni di servizio (di cui uno specifico nella classe di concorso per cui ci si candida) negli ultimi 5 anni presso le scuole statali;
  • o il possesso dei 24 CFU (conseguiti entro il 31 ottobre 2022).

La procedura concorsuale, annunciata lo scorso 6 aprile dal Ministro Valditara, prevede l’immissione in ruolo di circa 35.000 nuovi docenti

Resta ancora da capire, tuttavia, se la stessa sarà riservata alle scuole di ogni ordine e grado o, come appare più probabile, alle sole scuole secondarie

Dubbi anche in merito alla tipologia di posti interessati. Sebbene varie indiscrezioni sembrino suggerire l’esclusione dei posti di sostegno.

Per quanto concerne, infine, le classi di concorso, si prevede che verranno coinvolte solo quelle con una evidente carenza di personale qualificato.

Concorsi scuola 2023: il Concorso DS ordinario

Il 22 dicembre 2022 è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Regolamento sulle modalità di svolgimento delle procedure concorsuali per l’accesso ai ruoli della dirigenza scolastica. Così come previsto dall’art. 29 del decreto legislativo 165/2001. 

Si prevede, nello specifico, che il Concorso DS ordinario venga indetto entro il mese di luglio, al fine di assumere i vincitori per l’inizio dell’anno scolastico 2024/2025

I requisiti richiesti sono i seguenti:

  • essere assunto con un contratto di lavoro stabile a tempo indeterminato;
  • avere conseguito la conferma in ruolo in linea con la normativa vigente;
  • possedere un titolo di studio che sia una laurea magistrale, specialistica o equivalente ottenuta in base all’ordinamento precedente. Alternativamente, si riconoscono un diploma accademico di secondo livello rilasciato da istituzioni dell’alta formazione artistica, musicale e coreutica o un diploma accademico di vecchio ordinamento accompagnato da un diploma di scuola secondaria superiore;
  • aver accumulato un minimo di cinque anni di servizio effettivo all’interno delle istituzioni scolastiche ed educative del sistema nazionale di istruzione.

I vincitori avranno diritto al 60% dei posti disponibili per il triennio 2024/2027.

Concorsi scuola 2023: il Concorso DS straordinario

Insieme al concorso DS ordinario, sarà indetto anche il concorso DS straordinario riservato a coloro che hanno presentato un ricorso per il concorso indetto nel 2017. E che hanno un ricorso giurisdizionale in corso presentato nei termini di legge. 

Anche questo concorso, come quello ordinario per i dirigenti scolastici, sarà bandito entro luglio. Nel bando saranno specificate le date delle prove, le sedi, il programma, le modalità di partecipazione al corso intensivo di formazione, la prova finale e il contributo di segreteria a carico dei partecipanti.

Il concorso, come già detto, è rivolto a quei docenti che hanno partecipato al concorso 2017 e che soddisfano le seguenti condizioni:

  • aver presentato un ricorso legale nei termini previsti dalla legge e avere in corso un contenzioso giurisdizionale per non aver superato la prova scritta;
  • aver superato sia la prova scritta che quella orale, ammessi in seguito a un’ingiunzione giudiziaria precauzionale, anche se poi annullata;
  • aver presentato un ricorso legale entro i termini previsti e avere in sospeso un contenzioso giurisdizionale per non aver superato la prova orale.

Concorsi scuola 2023: il Concorso Dirigenti Tecnici

Con il decreto n° 74 del 21 giugno 2023, è stato avviato il concorso per Dirigenti Tecnici. Il bando è previsto entro la fine del 2023 e conterrà le modalità di svolgimento, eventuali preselezioni, le prove e i programmi concorsuali. Nonché i titoli valutabili, le modalità di individuazione e nomina delle Commissioni esaminatrici e la valutazione delle preselezioni, delle prove e dei titoli. 

Concorsi scuola 2023: il Concorso DSGA

A ottobre 2022, è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto n° 146 del 28 giugno 2022 che contiene il Regolamento del concorso DSGA. Il bando, che avrebbe dovuto essere pubblicato entro dicembre 2022, potrebbe essere emanato entro la fine dell’anno su base regionale. 

Nel caso in cui il numero di candidati in una regione sia esiguo, potrebbe essere previsto l’abbinamento delle procedure per lo svolgimento della prova scritta, della prova orale e della valutazione dei titoli. Le graduatorie saranno distinte per regione, secondo la scelta effettuata dal candidato al momento dell’iscrizione.

Per partecipare occorre possedere una laurea del vecchio ordinamento o specialistica/magistrale in:

  • Giurisprudenza;
  • Scienze politiche sociali e amministrative; 
  • Economia e commercio o titoli equipollenti. 

Oltre al concorso ordinario, tuttavia, è in programma anche un concorso per i “facenti funzione“, previsto dal decreto Milleproroghe 198/2022. Quest’ultimo è riservato agli Assistenti amministrativi che attualmente svolgono funzioni DSGA.

Concorso Educazione Motoria

La legge di bilancio n° 234 del 2022 ha introdotto l’educazione motoria nelle classi quarte e quinte della scuola primaria. Prevedendo l’indizione di un concorso per l’assunzione di docenti con titolo di studio adeguato e iscritti nella classe di concorso Scienze motorie e sportive per la scuola primaria. 

Questo concorso, che avrebbe dovuto svolgersi nel 2022, è stato rinviato al 2023 a causa della scarsità di posti disponibili. Nominando supplenti annuali per l’anno scolastico 2022/2023. 

La pubblicazione degli organici per l’anno scolastico 2023/2024 ha previsto nuovamente la nomina di supplenti. Lasciando gli aspiranti docenti di educazione motoria ancora in attesa.

Concorso Docenti di Religione cattolica

Gli aspiranti docenti di religione cattolica attendono un bando per questo concorso dal 2004, anno dell’ultimo concorso pubblicato. Tuttavia, nel corso del tempo, il bando è stato oggetto di diversi rinvii fino al decreto Milleproroghe del 2023. Che prevede la sua attuazione entro il 31 dicembre 2023

Sono previste due diverse procedure concorsuali: una ordinaria per coprire il 30% dei posti vacanti e una straordinaria dedicata a coloro che hanno almeno tre anni di servizio per coprire il 70% dei posti vacanti. 

Per il concorso straordinario, si attende ancora il decreto ministeriale che stabilirà:

  • il contenuto del bando;
  • i termini di presentazione delle domande; 
  • le modalità di svolgimento della prova orale didattico-metodologica; 
  • le modalità di valutazione dei titoli per la compilazione delle graduatorie di merito suddivise per ambiti diocesani; 
  • la composizione della commissione di valutazione;
  • il contributo che i partecipanti dovranno versare.

Condividi questo articolo

Articoli Recenti