Concorso straordinario ter, classe di concorso A020

Concorso straordinario ter, classe di concorso A020

Il Ministero dell’Istruzione e del Merito (MIM) ha diffuso un comunicato stampa di fondamentale importanza per il panorama educativo italiano, annunciando una notizia che potrebbe rivoluzionare il sistema scolastico nazionale. Si tratta dell’annuncio ufficiale del Concorso Straordinario ter 2023, tanto atteso e ufficialmente incluso nel Decreto PA 2023. Questo concorso rappresenta un elemento imprescindibile per la realizzazione degli ambiziosi obiettivi delineati nel Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR).

Il PNRR, con il suo audace obiettivo di assumere 70.000 nuovi insegnanti entro il 2024, sta ridefinendo le aspettative nel settore dell’istruzione, aprendo porte a un cambiamento significativo.

L’attesissimo bando per il concorso straordinario, che ha suscitato un’attesa febbrile tra una moltitudine di aspiranti docenti, sarà pubblicato nel prossimo mese di giugno. Le prove concorsuali, invece, si terranno durante l’estate.

In queste iniziative di grande portata, il Ministro Giuseppe Valditara ha voluto rassicurare l’opinione pubblica, sottolineando l’assoluta priorità assegnata alla questione dell’assunzione dei nuovi docenti. L’obiettivo dichiarato è quello di inserire almeno 35.000 insegnanti nei ruoli entro settembre, in tempo per l’inizio dell’anno scolastico 2023/2024. Questo impegno concreto testimonia la volontà del governo di affrontare la carenza di personale docente che affligge da tempo il sistema educativo italiano.

Concorso straordinario ter: quali sono i requisiti e le ultime novità?

Indiscrezioni di rilievo circolano in merito al Concorso Straordinario ter 2023, un evento che ha già destato notevole interesse tra gli aspiranti docenti dell’intero panorama educativo nazionale.

Secondo fonti autorevoli vicine al Ministero dell’Istruzione e del Merito (MIM), l’iter concorsuale si preannuncia come un’ampia opportunità che coinvolgerà le scuole di ogni ordine e grado, abbracciando tanto le istituzioni dell’Infanzia e Primaria quanto quelle delle Secondarie di I e II grado. Questo ampio spettro di possibilità si apre per accogliere una folla di candidati desiderosi di tracciare il proprio percorso nel mondo dell’insegnamento.

Il MIM ha già delineato le linee guida riguardanti i requisiti di partecipazione al concorso. I potenziali partecipanti dovranno dimostrare di aver svolto almeno 3 anni di servizio nel corso degli ultimi 5 anni, con almeno uno di essi specificamente nell’ambito della classe di concorso a cui aspirano. In alternativa, sarà possibile accedere al concorso anche per coloro che hanno conseguito i 24 CFU (Crediti Formativi Universitari).

Resta ancora da chiarire se la procedura concorsuale sarà riservata esclusivamente ai posti comuni, come sembra probabile, oppure se saranno aperte anche opportunità per i posti di sostegno. 

Qual è la struttura del Concorso Straordinario ter?

Il Ministero dell’Istruzione e del Merito (MIM) sta intraprendendo un percorso di semplificazione nel progettare il nuovo concorso, seguendo le linee guida tracciate dal precedente Concorso Straordinario bis 2022.

Fonti autorevoli interne al MIM suggeriscono l’adozione di una prova orale unica, che permetterà di valutare non solo le competenze disciplinari e professionali del candidato. Bensì anche la sua familiarità con gli strumenti informatici e la padronanza della lingua inglese, con un requisito minimo di competenza pari al livello B2.

L’importanza di queste due competenze assume un ruolo sempre più significativo nel contesto dell’istruzione odierna, dove l’utilizzo delle tecnologie digitali e la conoscenza delle lingue straniere sono requisiti fondamentali per un insegnamento efficace.

Tuttavia, è necessario tenere presente che il quadro attuale è in continua evoluzione e in attesa di ulteriori dettagli ufficiali. Restiamo in trepidante attesa per fornire una visione completa e aggiornata sul Concorso Straordinario Ter 2023, offrendo così una panoramica dettagliata sulle modalità e i criteri di valutazione previsti.

Concorso straordinario ter, classe di concorso A020

La classe di concorso A020 Fisica si estende su diverse branche scientifiche e offre molteplici opportunità lavorative, oltre all’insegnamento stesso. Ciò è reso possibile da una forte interdisciplinarietà.

Un ulteriore vantaggio di questa classe di concorso è rappresentato dalle cosiddette “abilitazioni orizzontali“, che consentono a coloro che ottengono l’abilitazione per la classe di concorso A027, relativa a Matematica e Fisica, di acquisire automaticamente l’abilitazione anche per la Classe di concorso A020. Questa sinergia tra le due discipline amplia le prospettive professionali e le opportunità di carriera per gli insegnanti specializzati in queste materie scientifiche.

Concorso straordinario ter, classe di concorso A020: ecco i requisiti

I requisiti per l’accesso alle diverse classi di concorso sono accuratamente indicati nel sito del Miur, fornendo una panoramica precisa e dettagliata. In questa sede sono specificati anche i titoli di studio richiesti, che spaziano dalle lauree del vecchio ordinamento a quelle specialistiche del nuovo.

Nel caso specifico della classe di concorso A020, per potervi accedere è necessario soddisfare i seguenti requisiti:

Titoli di accesso del Vecchio ordinamento

  • Lauree in: Astronomia; Discipline nautiche; Fisica; Matematica e fisica; Scienze fisiche e matematiche;
  • Laurea in Ingegneria (1); 
  • Laurea in Matematica (2).

Titoli di accesso – D.M. 22/2005: lauree specialistiche e integrazione vecchio ordinamento

  • LS 3 – Architettura del paesaggio (3); 
  • LS 4 – Architettura e Ingegneria edile (3); 
  • LS 20 – Fisica; 
  • LS 25 – Ingegneria aerospaziale e astronautica (3); 
  • LS 26 – Ingegneria biomedica (3); 
  • LS 27 – Ingegneria chimica (3); 
  • LS 28 – Ingegneria civile (3); 
  • LS 29 – Ingegneria dell’automazione (3); 
  • LS 30 – Ingegneria delle telecomunicazioni (3); 
  • LS 31 – Ingegneria elettrica (3); 
  • LS 32 – Ingegneria elettronica (3); 
  • LS 33 – Ingegneria energetica e nucleare (3); 
  • LS 34 – Ingegneria gestionale (3); 
  • LS 35 – Ingegneria informatica (3); 
  • LS 36 – Ingegneria meccanica (3); 
  • LS 37 – Ingegneria navale (3); 
  • LS 38 – Ingegneria per l’ambiente e il territorio (3); 
  • LS 45 – Matematica (4); 
  • LS 50 – Modellistica matematico- fisica per l’ingegneria (3); 
  • LS 61 – Scienza e Ingegneria dei materiali (3); 
  • LS 66 – Scienze dell’Universo; 
  • LS 80 – Scienze e tecnologie dei sistemi di navigazione; 
  • LS 85 – Scienze geofisiche (3). 

Titoli di accesso – Lauree magistrali (D.M.270/2004) e Diplomi accademici di II livello

  • LM 3 – Architettura del paesaggio (3); 
  • LM 4 – Architettura e ingegneria edile- architettura (3); 
  • LM 17 – Fisica; 
  • LM 20 – Ingegneria aerospaziale e astronautica (3); 
  • LM 21 – Ingegneria biomedica (3); 
  • LM 22 – Ingegneria chimica (3); 
  • LM 23 – Ingegneria civile (3); 
  • LM 24 – Ingegneria dei sistemi edilizi (3); 
  • LM 25 – Ingegneria dell’automazione (3); 
  • LM 26 – Ingegneria della sicurezza (3); 
  • LM 27 – Ingegneria delle telecomunicazioni (3); 
  • LM 28 – Ingegneria elettrica (3); 
  • LM 29 – Ingegneria elettronica (3); 
  • LM 30 – Ingegneria energetica e nucleare (3); 
  • LM 31 – Ingegneria gestionale (3); 
  • LM 32 – Ingegneria informatica (3); 
  • LM 33 – Ingegneria meccanica (3); 
  • LM 34 – Ingegneria navale (3); 
  • LM 35 – Ingegneria per l’ambiente e il territorio (3); 
  • LM 40 – Matematica (4); 
  • LM 44 – Modellistica matematico-fisica per l’ingegneria (3); 
  • LM 53 – Scienza e ingegneria dei materiali (3); 
  • LM 58 – Scienze dell’universo; 
  • LM 72 – Scienze e tecnologie della navigazione; 
  • LM 79 – Scienze geofisiche (3).

Concorso straordinario ter, classe di concorso A020: Note ai requisiti

Nel contesto dei requisiti di accesso alla classe di concorso A020, è importante fare riferimento alle informazioni dettagliate presenti nelle note della Tabella A del D.M. n. 259 del 9 maggio 2017. Questo decreto rappresenta una disposizione chiave che riguarda la revisione e l’aggiornamento delle classi di concorso per l’accesso ai ruoli del personale docente della scuola secondaria di primo e secondo grado, come previsto dal DPR n. 19/2016.

Nota 1.

La laurea in ingegneria è titolo di ammissione al concorso purché conseguita entro l’anno accademico 2000/2001; se conseguita a partire dall’anno accademico 2001/2002 solo se il piano di studi seguito abbia compreso due corsi annuali (o quattro semestrali) di:

  • Fisica generale. 

Nota 2.

La laurea in matematica è titolo di ammissione al concorso purché il piano di studi seguito abbia compreso un corso annuale (o due semestrali) di preparazione di esperienze didattiche o sperimentazioni di fisica.

Nota 3.

Dette lauree sono titoli di ammissione al concorso con almeno 24 crediti nel settore scientifico disciplinare FIS/01. 

Nota 4.

Dette lauree sono titoli di ammissione al concorso con almeno 12 crediti nel settore scientifico disciplinare FIS/01 o 08.

Concorso straordinario ter, classe di concorso A020: quali materie si possono insegnare?

Gli insegnanti abilitati nella Classe di concorso A020 hanno la possibilità di impartire le lezioni di Fisica in tutti gli istituti tecnici e professionali:

LICEO SCIENTIFICO – opzione Scienze applicate 

Fisica; 

ISTITUTO TECNICO, settore ECONOMICO, indirizzo AMMINISTRAZIONE, FINANZA e MARKETING, TURISMO 

Scienze integrate (Fisica) 1° anno del 1° biennio; 

ISTITUTO TECNICO, settore TECNOLOGICO 

Scienze integrate (Fisica) 1° biennio; 

ISTITUTO TECNICO, settore TECNOLOGICO, indirizzo CHIMICA, MATERIALI E BIOTECNOLOGIE, articolazione “BIOTECNOLOGIE AMBIENTALI” 

Fisica ambientale  2° biennio e 5° anno; 

ISTITUTO PROFESSIONALE, settore SERVIZI, indirizzo SERVIZI PER L’AGRICOLTURA E LO SVILUPPO RURALE

Scienze integrate (Fisica) 1° biennio; 

ISTITUTO PROFESSIONALE, settore SERVIZI, indirizzo SERVIZI SOCIOSANITARI, articolazioni “ARTI AUSILIARIE DELLE PROFESSIONI SANITARIE, OTTICO, ODONTOTECNICO” 

Scienze integrate (Fisica) 1° biennio; 

ISTITUTO PROFESSIONALE, settore SERVIZI, indirizzo SERVIZI SOCIOSANITARI, articolazione “ARTI AUSILIARIE DELLE PROFESSIONI SANITARIE, OTTICO” 

Ottica, ottica applicata; 

ISTITUTO PROFESSIONALE, settore SERVIZI, indirizzi SERVIZI SOCIOSANITARI, SERVIZI PER L’ENOGASTRONOMIA E L’OSPITALITA’ ALBERGHIERA, SERVIZI COMMERCIALI 

Scienze integrate (Fisica) 1° anno del 1° biennio; 

ISTITUTO PROFESSIONALE, settore INDUSTRIA E ARTIGIANATO

Scienze integrate (Fisica) 1° biennio.

Classe di concorso A020: la prova scritta

La prova scritta della classe di concorso A020 è basata su 50 domande a risposta aperta, delle quali:

  • 40 domande finalizzate all’accertamento delle competenze e delle conoscenze del candidato in relazione alle discipline afferenti alla classe di concorso stessa;
  • 5 domande per verificare la conoscenza della lingua inglese (livello B2);
  • 5 domande relative alle competenze digitali, soprattutto per quanto riguarda l’uso didattico delle tecnologie e dei dispositivi elettronici multimediali più efficaci per potenziare la qualità dell’apprendimento. 

Classe di concorso A020: la prova orale

La Parte generale dell’Allegato A del Decreto Ministeriale n. 201 del 20 aprile 2020, che riguarda i programmi concorsuali per l’insegnamento, offre un’analisi approfondita dei requisiti culturali e professionali che tutti i candidati docenti devono soddisfare. Ciò vale anche per coloro che sono abilitati nella Classe di concorso A020. Ecco quali sono i requisiti necessari:

  • dominio dei contenuti delle discipline di insegnamento e dei loro fondamenti epistemologici;
  • conoscenza dei fondamenti della Psicologia dello sviluppo, della Psicologia dell’apprendimento scolastico e della Psicologia dell’educazione;
  • conoscenze pedagogico-didattiche e competenze sociali finalizzate all’attivazione di una positiva relazione educativa;
  • conoscenza dei modi e degli strumenti idonei all’attuazione di una didattica individualizzata e personalizzata, con particolare attenzione all’obiettivo dell’inclusione scolastica;  
  • competenze digitali inerenti l’uso didattico delle tecnologie e dei dispositivi elettronici multimediali più efficaci per potenziare la qualità dell’apprendimento; 
  • conoscenza dei principi dell’autovalutazione di istituto; 
  • conoscenza della legislazione e della normativa scolastica.

Concorso straordinario ter, classe di concorso A020: Programma concorsuale

Oltre ai requisiti culturali e professionali stabiliti nella Parte generale, l’Allegato A del Decreto Ministeriale n. 201 del 20 aprile 2020 fornisce dettagli riguardo agli aspetti disciplinari del programma concorsuale destinato agli aspiranti docenti.

Nel caso specifico della classe di concorso A020, l’allegato specifica le conoscenze e le competenze che i candidati dovranno dimostrare di possedere nei nuclei tematici disciplinari pertinenti:

Storia e didattica della fisica 

Sviluppo della ricerca scientifica in fisica, con particolare attenzione alla rivoluzione scientifica del XVI e XVII secolo, alle rivoluzioni industriali e alla fisica del 1900. Analisi dei contenuti e delle metodologie didattiche richieste dalle Indicazioni nazionali e dalle Linee guida di fisica. La didattica laboratoriale nell’insegnamento della fisica. Preparazione ed esecuzione dei principali esperimenti della fisica classica.  

Grandezze fisiche e loro misura 

Grandezze fisiche scalari e vettoriali. Calcolo vettoriale. Equazioni dimensionali. Sistema Internazionale delle unità di misura. Strumenti di misura. Analisi degli errori di una misura e distribuzione di Gauss. Cifre significative. Interazione tra osservatore e sistema osservato. 

Meccanica del punto materiale e del corpo rigido 

Le tre leggi della dinamica. Descrizione cinematica e dinamica del moto di un punto materiale. Forze vincolari e forze d’attrito. Legge di gravitazione universale. Sistema di punti materiali. Corpo rigido. Elementi di statica e dinamica del corpo rigido. Sistema di riferimento del centro di massa. Leggi di conservazione dell’energia, della quantità di moto e del momento angolare. Il moto dei pianeti. Leggi di Keplero. Lavoro di una forza e del momento di una forza. Energia cinetica di traslazione e di rotazione. Urti in una e in due dimensioni. Forze conservative e non conservative.  

Concorso straordinario ter, classe di concorso A020

Statica e dinamica dei fluidi 

Definizione di fluidi e fluidi ideali. Legge di Stevino. Principi di Pascal e di Archimede. Dinamica dei fluidi ideali: portata, equazione di continuità. Teorema di Bernoulli e principali applicazioni.  

Sistemi di riferimento e relatività 

Sistemi di riferimento inerziali e non inerziali. Moti relativi: traslazione; rotazione e rototraslazione. Forze inerziali. Approssimazione di sistema di riferimento inerziale. Trasformazioni galileiane e invarianza delle leggi della meccanica. Misure della velocità della luce. Esperimento di Michelson-Morley. Spazio-tempo di Minkowski. Trasformazioni di Lorentz. La simultaneità come concetto relativo. Contrazione delle lunghezze e dilatazione dei tempi. Composizione relativistica della velocità. Massa e quantità di moto relativistici. Relazione tra massa ed energia. Effetto Doppler relativistico.

Campo elettrico e campo magnetico 

Concetto di campo come superamento dell’azione a distanza. Campi scalari e vettoriali. Il campo gravitazionale. Cariche elettriche e legge di Coulomb. Campo elettrico. Moto di cariche nel campo elettrico. Il passaggio dell’elettricità nei liquidi. Elettrolisi. Passaggio dell’elettricità nei gas. Linee di forza e flusso del campo elettrico. Teorema di Gauss. Capacità elettrica e condensatori. Campo magnetico. Concetti di campo conservativo e non conservativo. Flusso e circuitazione del campo magnetico. Teorema di Ampère. Moto di cariche in un campo magnetico: forza di Lorentz. Energia e densità d’energia nei campi elettrico e magnetico. Conduttori, isolanti, semiconduttori. Circuiti elettrici in corrente continua ed alternata. Effetto Joule. Interpretazione microscopica della corrente elettrica nei solidi conduttori. Il passaggio della corrente elettrica nei componenti a semiconduttore. Comportamento di conduttori percorsi da corrente in un campo magnetico. Effetto Hall. Induzione elettromagnetica. Campi elettrici e magnetici variabili. Il flusso di energia elettromagnetica e la propagazione del campo elettromagnetico. 

Onde ed oscillazioni 

Oscillatore armonico. Energia dell’oscillatore. Sistemi meccanici ed elettrici oscillanti. Unità fonometriche. Oscillazioni smorzate, forzate, risonanza. Onde e loro propagazione. Effetto Doppler. Principio di sovrapposizione delle onde. Teorema di Fourier. Onde stazionarie. 

Ottica 

Modelli ondulatorio e corpuscolare della luce. Riflessione e rifrazione, lenti sottili, composizione di lenti. Principali strumenti ottici. Aberrazioni ottiche. Spettroscopia. Onde elettromagnetiche. Interpretazione dei fenomeni di propagazione ondulatoria mediante il principio di Huygens. Interferenza, diffrazione, polarizzazione. Equazioni di Maxwell. Lo spettro elettromagnetico. Generazione, trasmissione e ricezione di segnali elettromagnetici. Unità fotometriche. 

Termodinamica 

Sistemi a gran numero di particelle. Determinazione del numero di Avogadro. Grandezze fisiche macroscopiche: pressione, volume e temperatura. Equazioni di stato del gas ideale e dei gas reali. Equilibrio termico e principio zero della termodinamica. Dilatazione termica dei corpi solidi e liquidi. Termometri. Passaggi di stato. Energia interna e primo principio della termodinamica. Propagazione dell’energia termica. Calore e sua misura. Calori specifici. Trasformazioni reversibili ed irreversibili. Ciclo di Carnot. Secondo principio della termodinamica. Entropia. I potenziali termodinamici. Principali macchine termiche. Temperatura termodinamica assoluta. Terzo principio della termodinamica. Teoria cinetica del gas ideale. Moto browniano. Distribuzione della velocità delle molecole in un gas. Principio di equipartizione dell’energia. Entropia e probabilità. 

Sistemi dinamici complessi 

Caos deterministico: mappa logistica, modello di Lorenz. Invarianza di scala, autosimilarità, proprietà frattali.

Fisica quantistica 

Prime evidenze sperimentali dell’esistenza degli atomi, esperimento di Rutherford. Scoperta dell’elettrone e determinazione del rapporto e/m. Esperimento di Millikan. Radiazione del corpo nero e ipotesi di Planck. Effetto fotoelettrico ed equazione di Einstein. Il fotone. Effetto Compton. Spettri di assorbimento e di emissione: modelli di atomo, quantizzazione dell’atomo di Bohr e relazione di De Broglie. Esperienza di Franck ed Hertz. Numeri quantici. Principio di Pauli. Esperienza di Stern e Gerlach. Effetto Zeeman. Eccitazione e ionizzazione di un atomo. Radiazioni atomiche ad alta frequenza. Spettro dei raggi X. Emissione stimolata (laser). Lunghezza d’onda di De Broglie. Diffrazione degli elettroni. Funzioni d’onda ed equazione di Schrödinger. Comportamento di una particella in una buca di potenziale rettangolare. Effetto tunnel. Principio d’indeterminazione di Heisenberg. 

La fisica del nucleo e delle particelle 

Protone e neutrone. Composizione dei nuclei atomici: modelli nucleari. Numero atomico e numero di massa. Isotopi. Stabilità nucleare. Radioattività naturale e famiglie radioattive. Decadimento radioattivo. Tipi di radioattività e spettri delle radiazioni. Radioattività artificiale: reazioni nucleari, fissione, fusione. Raggi cosmici. Acceleratori di particelle. Materia ed antimateria. Produzione di coppie e annichilazione. Il neutrino. Classificazione delle particelle. Interazioni fondamentali e principi di conservazione. Le particelle del modello standard: quark, leptoni e bosoni mediatori delle interazioni. Interazione di particelle cariche e di radiazioni elettromagnetiche con la materia. Metodi di rivelazione di particelle ionizzanti e di fotoni. Interazioni dei neutroni con la materia e tecniche di rivelazione. Grandezze radiometriche e dosimetriche. Effetti biologici delle radiazioni. 

La fisica delle stelle e dell’universo 

Metodi d’indagine in astrofisica. Dinamica del sistema solare. Le reazioni termonucleari all’interno di una stella. Evoluzione stellare. Il sole. Il sistema solare. Le galassie. Relatività generale. Curvatura dello spazio-tempo. Rallentamento degli orologi, deflessione della luce, avanzamento del perielio di Mercurio. Il red-shift cosmologico. Modelli d’universo. La radiazione cosmica di fondo. 

Fonti di energia 

Principi generali sulla produzione, la trasformazione e il trasporto dell’energia elettrica. Schema concettuale degli impianti termici convenzionali e degli impianti idroelettrici. Fissione e fusione nucleare. Principio di funzionamento dei reattori nucleari. Sicurezza nucleare e protezione sanitaria. Stoccaggio dei rifiuti radioattivi. Energie alternative e problemi del risparmio energetico. Produzione di energia da fotovoltaico e eolico. Si richiede inoltre la conoscenza di almeno un linguaggio di programmazione e l’utilizzo dei principali pacchetti applicativi (videoscrittura, foglio elettronico, video presentazione). 

Concorso straordinario ter, classe di concorso A020: prima prova scritta 

La prova prevede un quesito da sviluppare in 120 minuti. È consentito l’uso della calcolatrice scientifica.  

Prova pratica 

La prova pratica – della durata di 3 ore – consiste nella misura di una o più grandezze fisiche, la verifica di una legge o lo studio di un fenomeno fisico. Il risultato deve essere descritto e commentato in un’apposita relazione scritta. 

Preparati al meglio per il Concorso straordinario ter 2023! Clicca ora sul link del Corso di preparazione e raggiungi il tuo obiettivo di diventare docente nella scuola italiana.

CORSO DI PREPARAZIONE CONCORSO STRAORDINARIO TER 2023

Condividi questo articolo

ALTRI CONTENUTI CHE POTREBBERO INTERESSARTI