Le date delle prove scritte concorso straordinario ter

pagina del calendario: marzo 2024

Ufficializzate le date del concorso ordinario 2024

Sono state finalmente annunciate le date delle prove scritte dei concorsi ordinari per l’assunzione in ruolo dei docenti su posto comune e su posto di sostegno nella scuola dell’Infanzia, nella scuola Primaria e nella scuola Secondaria di I e di II grado, ovvero le date delle prove del cosiddetto Concorso straordinario ter, che si terranno dall’11 al 19 marzo.

Ad essere interessati sono circa 373.000 candidati (69.117 per la scuola dell’infanzia e primaria, 303.687 per la scuola secondaria) che, tra l’11 dicembre 2023 e il 9 gennaio 2024, hanno presentato la relativa domanda di partecipazione.

I posti totali disponibili sono 44.654, di cui 15.340 per la scuola dell’Infanzia e Primaria e 29.314 per la scuola Secondaria.

Le prove scritte si svolgeranno secondo il seguente calendario:

  • 11-12 marzo: scuola dell’Infanzia e Primaria;
  • 13-19 marzo (esclusi sabato e domenica): scuola Secondaria di I e di II grado.

Ecco il Video Tutorial del Ministero dell’Istruzione e del Merito:

Prove scritte concorso straordinario ter

Per quanto riguarda le operazioni di identificazione per i candidati le stesse avranno inizio alle ore 8:00 per il turno mattutino e alle ore 13:30 per il turno pomeridiano. Il turno mattutino è previsto dalle 9.00 alle 10.40 e il turno pomeridiano dalle 14.30 alle 16.10.

A differenza della prova orale, la prova scritta si svolgerà nella regione scelta dagli aspiranti docenti. Ad ogni modo, a seconda del numero di candidati, saranno previste sia sessioni mattutine che pomeridiane. 

Nello specifico, la prova (computer based) prevede 50 quesiti a risposta multipla di contenuto non disciplinare da svolgere entro 100 minuti. E sarà così strutturata:

  • 10 quesiti di ambito pedagogico;
  • 15 quesiti di ambito psicopedagogico (compresi gli aspetti relativi all’inclusione);
  • 15 quesiti di ambito metodologico didattico (compresi gli aspetti relativi alla valutazione);
  • 5 quesiti sulla conoscenza della lingua inglese (Inglese B2);
  • 5 quesiti sull’uso didattico delle tecnologie digitali.

I quesiti verranno somministrati ai candidati in ordine casuale e saranno composti da quattro possibili risposte, una sola delle quali corretta.

Si tratterà di una prova unica per tutte le classi di concorso e tipologie di posto

Gli aspetti specificamente disciplinari verranno affrontati nella prova orale. Alla quale avranno accesso i candidati che avranno riportato un punteggio di almeno 70/100 nella prova scritta.

Il commento del Ministro Valditara

Da parte sua, il Ministro dell’Istruzione e del Merito, Giuseppe Valditara, ha così commentato la pubblicazione delle date relative alle prove scritte del concorso straordinario: “I concorsi e le future assunzioni segnano un passo in avanti nella valorizzazione dei docenti e nel contrasto al precariato. Si tratta di un significativo e necessario passaggio volto a garantire un’educazione di qualità agli studenti su tutto il territorio nazionale, favorendo la continuità didattica”.

Prove scritte concorso straordinario: l’avviso di convocazione

L’elenco delle sedi d’esame, con la loro esatta ubicazione e con l’indicazione della destinazione dei candidati, è comunicato dagli Uffici scolastici regionali presso i quali si svolgono le prove almeno 15 giorni prima della data di svolgimento delle prove stesse. 

Tale comunicazione è data tramite avviso pubblicato sul Portale Unico del reclutamento di cui all’articolo 35-ter del decreto legislativo n. 165 del 30 marzo 2001, raggiungibile all’indirizzo www.inpa.gov.it. E nei rispettivi albi e siti internet degli Uffici scolastici regionali. 

Il candidato, dal Portale Unico del reclutamento, potrà accedere tramite il link https://iam.pubblica.istruzione.it/iam-ssum/sso/login?goto=http://concorsi.istruzione.it/piattaforma-concorsiweb/ all’area “Graduatorie” della Piattaforma “Concorsi e Procedure selettive”, con le modalità di accesso descritte all’articolo 10, comma 3, del bando di concorso. Ovvero, occorre essere in possesso delle credenziali del Sistema Pubblico di identità digitale (SPID) o di quelle della Carta d’Identità elettronica (CIE).

Fatto questo, il candidato – una volta scelto il concorso di interesse – potrà visualizzare/salvare il documento relativo alla propria convocazione. Detto avviso ha valore di notifica a tutti gli effetti.

I candidati che non ricevono comunicazione di esclusione dalla procedura sono tenuti a presentarsi per sostenere la prova scritta, muniti di un documento di riconoscimento in corso di validità e del codice fiscale.

Condividi questo articolo

ALTRI CONTENUTI CHE POTREBBERO INTERESSARTI