Novità Concorso straordinario ter quiz

Novità Concorso straordinario ter quiz

La mancanza della banca dati dei quesiti per la prova scritta aveva fatto temere, appena poche settimane fa, l’ennesimo ritardo nella pubblicazione del bando del Concorso Straordinario ter 2023. Già più volte annunciata e poi puntualmente rinviata.

Il 22 novembre scorso, invece, il Ministero dell’Istruzione e del Merito (MIM) ha pubblicato un avviso pubblico per l’assegnazione, anche a titolo oneroso, della fornitura (mediante affidamento diretto) dei quesiti della prova scritta. Quest’ultimo è rivolto a “una o più università o consorzi universitari ovvero enti pubblici di ricerca nonché al Formez PA”.  

La relativa manifestazione di disponibilità degli Enti dovrà pervenire al MIM entro 15 giorni dalla data di pubblicazione dell’avviso. E l’Ente prescelto dovrà, inoltre, impegnarsi a fornire il numero totale dei quesiti richiesti entro 30 giorni dall’affidamento.

Nessun ulteriore ritardo, quindi. Con il bando che dovrebbe arrivare, come previsto, prima delle festività natalizie. Mentre l’avvio delle prove d’esame dovrebbe avvenire tra fine gennaio e inizio febbraio 2024

Il Concorso straordinario ter 2023

Il Concorso straordinario ter 2023 è il primo della fase transitoria prevista dalla Riforma della formazione iniziale e continua e del reclutamento dei docenti e rappresenta una misura fondamentale ai fini del raggiungimento dell’obiettivo delle 70.000 immissioni in ruolo entro il 31 dicembre 2024 fissato dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR).  

Ad ogni modo, non si tratterà di un concorso abilitante. I vincitori del concorso, infatti, una volta superate le prove d’esame, dovranno integrare i CFU mancanti per arrivare ai 60 CFU previsti dalla nuova Riforma Bianchi.

Con il decreto 3 agosto 2023, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 211 del 9 settembre, il Ministro per la Pubblica Amministrazione, Paolo Zangrillo, e il Ministro dell’Economia e delle Finanze, Giancarlo Giorgetti, hanno autorizzato 30.216 posti così ripartiti: 21.101 su posto comune e 9.115 su posto di sostegno.

Tuttavia, è in arrivo un nuovo DPCM per l’integrazione di ulteriori 14.438 posti. Per un totale di 44.654 posti riservati ai vincitori della procedura concorsuale. 

Il Concorso straordinario ter sarà rivolto alle scuole di ogni ordine e grado. Ma solo alle classi di concorso che registrano una carenza di personale qualificato.  

I requisiti

I requisiti d’accesso al Concorso straordinario ter 2023 per gli aspiranti docenti sono:   

  • 3 anni di servizio (di cui uno specifico nella classe di concorso per cui ci si candida) negli ultimi 5 anni presso le scuole statali;
  • oppure 24 CFU conseguiti entro il 31 ottobre 2022.

Ai candidati, tuttavia, sarà richiesto anche il possesso di uno dei seguenti titoli:

Scuola dell’Infanzia e Primaria:

  • laurea abilitante in Scienze della formazione primaria;
  • diploma di abilitazione magistrale o diploma sperimentale a indirizzo linguistico (conseguito entro il 2001/2002).
  • titolo di specializzazione sul sostegno.

Scuola Secondaria di primo e secondo grado:

  • laurea di accesso alla classe di concorso;
  • oppure il titolo di specializzazione (anche con riserva in attesa di riconoscimento) per i posti di sostegno. 

Per ulteriori chiarimenti al riguardo, è possibile consultare le FAQ contenute in questo articolo

Concorso straordinario ter: la prova scritta 

Prima di capire cosa prevede nel dettaglio il già citato avviso pubblico del MIM e di scoprire tutte le novità del Concorso straordinario ter quiz, vediamo come sarà strutturata la prova scritta.

La prova scritta (computer based) avrà una durata complessiva di 100 minuti e prevede 50 quesiti – somministrati in modo casuale – e sarà valida per tutte le classi di concorso e le tipologie di posto per le quali il candidato partecipa. E verterà sui programmi contenuti nella “Parte generale” dell’Allegato A del decreto ministeriale n. 205 del 26 ottobre 2023 e dell’Allegato A del decreto ministeriale n. 206 del 26 ottobre 2023

Nello specifico, i quesiti sono così strutturati:

  • 10 quesiti di ambito pedagogico;
  • 15 quesiti di ambito psicopedagogico, ivi compresi gli aspetti relativi all’inclusione;
  • 15 quesiti di ambito metodologico didattico, ivi compresi gli aspetti relativi alla valutazione.

  • 5 quesiti in ambito linguistico (Inglese B2);
  • 5 quesiti in ambito digitale.

Ciascuno dei quesiti – che verranno somministrati ai candidati in ordine assolutamente casuale – è seguito da quattro possibili risposte, di cui una sola corretta. 

Per superare la prova sarà necessario ottenere un punteggio pari almeno a 70/100.

Infine, l’amministrazione si riserva la possibilità, in ragione del numero di partecipanti, di prevedere, ove necessario, la non contestualità delle prove relative alla medesima classe di concorso e tipologia di posto. Assicurandone, comunque, la trasparenza e l’omogeneità, in modo da garantire il medesimo grado di selettività tra tutti i partecipanti. 

Novità Concorso straordinario ter quiz

L’avviso pubblico del MIM per l’assegnazione della fornitura dei quiz della prova scritta del Concorso straordinario ter prevede che l’Ente incaricato fornisca una batteria di 300 quesiti per lo svolgimento della prova concorsuale relativa ai posti comuni e di sostegno della scuola Primaria e dell’Infanzia, così ripartiti:

QUESITINUMERO QUESITITOTALE
Quesiti di ambito pedagogico10 x 6 sessioni60
Quesiti di ambito psicopedagogico15 x 6 sessioni90
Quesiti di ambito metodologico didattico15 x 6 sessioni90
Quesiti di lingua inglese al livello B2 QCER5 x 6 sessioni30
Quesiti sulle competenze digitali5 x 6 sessioni30

Mentre, per quanto concerne lo svolgimento della prova concorsuale relativa ai posti comuni e di sostegno della scuola Secondaria di primo e di secondo grado, l’Ente incaricato dovrà fornire una batteria di 1000 quesiti, così ripartiti: 

QUESITINUMERO QUESITITOTALE
Quesiti di ambito pedagogico10 x 20 sessioni200
Quesiti di ambito psicopedagogico15 x 20 sessioni300
Quesiti di ambito metodologico didattico15 x 20 sessioni300
Quesiti di lingua inglese al livello B2 QCER5 x 20 sessioni100
Quesiti sulle competenze digitali5 x 20 sessioni100

Concorso straordinario ter quiz: modalità e tempistica

Come abbiamo già osservato, la manifestazione di disponibilità degli Enti interessati dovrà pervenire entro 15 giorni dalla pubblicazione dell’avviso del MIM.

E l’Ente affidatario dovrà, in particolare, impegnarsi a fornire il numero totale dei quesiti richiesti entro 30 giorni dall’affidamento. Inoltre, avrà anche l’obbligo di fornire ogni 10 giorni almeno 100 quesiti relativi alla scuola dell’infanzia e alla scuola primaria e 330 quesiti relativi alla scuola secondaria. 

Ad ogni modo, l’affidamento potrà essere effettuato, per motivi di celerità, anche con scambio di note

I quesiti dovranno, inoltre, corrispondere ai requisiti previsti per la prova scritta del Concorso straordinario ter. E, soprattutto, essere congrui con i relativi programmi di studio.

Ovviamente, i quesiti saranno sottoposti alla validazione della Commissione nazionale istituita con il decreto del Ministro dell’istruzione di cui all’articolo 59, comma 11, del decreto-legge 25 maggio 2021, n. 73. 

Infine, l’Ente affidatario dovrà provvedere a modificare o sostituire i quesiti eventualmente non validati dalla Commissione nazionale, secondo le indicazioni di quest’ultima. 

Condividi questo articolo

ALTRI CONTENUTI CHE POTREBBERO INTERESSARTI