CLIL e certificazione linguistica

CLIL e certificazione linguistica

Il CLIL e la certificazione linguistica sono vitali per quella che è conosciuta come formazione docenti. Gli insegnanti e gli aspiranti tali devono avere delle conoscenze basilari anche nelle lingue straniere.

Infatti, le certificazioni di lingue sono ormai una componente imprescindibile per operare nella Pubblica Amministrazione. 

Da qui si comprende come il CLIL e la certificazione linguistica possano avere un ruolo anche per l’aumento di punteggio GPS.

Infatti, i docenti possono inserirli nelle Graduatorie Provinciali per le Supplenze. In tal modo possono acquisire punti maggiori utili per scalare le graduatorie insegnanti.

Inoltre, le certificazioni linguistiche per docenti sono un mezzo per valutare e garantire la qualità della loro competenza nel settore. 

Questa competenza non riguarda solo la grammatica e il vocabolario. Si riferisce anche la capacità di comunicare in modo chiaro, efficace e appropriato.

Cos’è il CLIL?

Parlare di CLIL e certificazione linguistica è essenziale per tutti coloro che anelano a una cattedra a tempo indeterminato. Anche nei concorsi pubblici, infatti, sono ormai richieste conoscenze nella lingua inglese e non solo.

A chiederlo è il contesto globalizzato in cui si è ormai immersi quotidianamente. Per i candidati alla docenza la prima cosa da fare è comprendere che cosa sia il CLIL.

L’abbreviazione CLIL rappresenta l’acronimo di Content and Language Integrated Learning. È un approccio educativo che combina competenze linguistiche e comunicative con quelle disciplinari. Il tutto insegnato in una lingua straniera.

Per sottolineare la rilevanza di questo metodo, è utile menzionare i Decreti del Presidente della Repubblica n. 88 e n. 89 datati 15 marzo 2010.

Questi decreti stabilizzano l’obbligo di condurre lezioni di materie non linguistiche in lingua straniera seguendo la metodologia CLIL.

Quanto valgono il CLIL e la certificazione linguistica?

C’è stato un vivace incremento del valore del CLIL e certificazione linguistica nell’ambito dell’istruzione. Pertanto, il Ministero dell’Istruzione ha introdotto un sistema di valutazione denominato punteggio GPS.

Tale strumento è stato concepito per valutare la competenza linguistica di un individuo in una lingua straniera. In merito, si deve sottolineare che il punteggio GPS non è standardizzato per tutti i livelli di istruzione. 

Al contrario, varia in base al livello di competenza linguistica raggiunto dal soggetto preso in esame.

Di conseguenza, il punteggio aumenta in proporzione alle abilità linguistiche dell’individuo. Alla seconda del livello di competenza raggiunto, vengono assegnati diversi punti, come segue:

LivelloPunteggio GPS
Livello B23 punti
Livello C14 punti
Livello C26 punti

In aggiunta alle suddette certificazioni linguistiche, esiste la possibilità di ottenere un ulteriore riconoscimento. Si sta parlando proprio del CLIL.

Per quanto riguarda il punteggio GPS, il percorso CLIL offre un valore aggiuntivo di 1 punto. Tuttavia, quando il punteggio CLIL viene combinato con altre certificazioni linguistiche, ci sono notevoli cambiamenti.

In effetti, il punteggio totale dell’aspirante insegnante aumenta di ben 3 punti. Quindi, CLIL e certificazione linguistica hanno il seguente punteggio quando sono correlati tra di loro:

LivelloPunteggio basePunteggio CLILPunteggio Finale
B2336
C1437
C2639

Tutto ciò è spesso richiesto anche da istituzioni accademiche, aziende e organizzazioni internazionali. Ciò come requisito per l’ingresso o l’impiego.

Inoltre, il processo di preparazione per una certificazione linguistica può essere un potente strumento di apprendimento.

Vuoi primeggiare nelle Graduatorie provinciali per le supplenze nel 2024? Scopri come le certificazioni linguistiche possono fare la differenza!
Investi nella tua formazione per massimizzare le tue opportunità di successo nelle GPS.
Clicca qui!

Condividi questo articolo

ALTRI CONTENUTI CHE POTREBBERO INTERESSARTI