GPS elenchi aggiuntivi, i sindacati chiedono un incontro tecnico con il Ministero 

GPS elenchi aggiuntivi

Gli elenchi aggiuntivi GPS 2023 prima fascia rappresentano una straordinaria opportunità per tutti gli aspiranti docenti che, dopo l’ultimo aggiornamento delle GPS, hanno conseguito – o stanno per conseguire – l’abilitazione all’insegnamento o la specializzazione sul sostegno.     

Pertanto, senza dover aspettare l’aggiornamento previsto per il 2024 potranno tranquillamente inserirsi negli elenchi aggiuntivi di prima fascia.

La bozza del decreto sottoposta dal Ministero dell’Istruzione e del Merito al Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione (CSPI) prevede una finestra temporale per la presentazione delle istanze dalle ore 9:00 del 12 aprile alle ore 14:00 del 27 aprile

Ad ogni modo, i titoli dovranno essere in possesso dei candidati entro la data di presentazione delle istanze

Tuttavia, gli aspiranti docenti che conseguiranno l’abilitazione o la specializzazione entro il 30 giugno 2023 potranno inserirsi negli elenchi aggiuntivi con riserva. E avranno poi tempo fino al 4 luglio 2023 per sciogliere la riserva stessa. 

GPS elenchi aggiuntivi, i sindacati chiedono un incontro tecnico con il Ministero 

Intanto, però, le organizzazioni sindacali FLC CGIL, UIL Scuola RUA, Cisl Scuola, SNALS Confsal e GILDA Unams, con una nota congiunta indirizzata al Ministero dell’Istruzione e del Merito hanno chiesto la convocazione di un incontro tecnico

“Al fine di rendere l’incontro efficace nell’individuare e risolvere eventuali problemi riscontrati – si legge – sarebbe utile che la convocazione avvenisse più rapidamente possibile. E comunque entro la fine di marzo”.

I rappresentanti sindacali fanno, inoltre, notare come – nel corso dell’informativa sugli elenchi aggiuntivi GPS tenutasi il 2 marzo – “è stata altresì richiesta la possibilità di un approfondimento tecnico sul software in dotazione alle scuole per l’applicazione delle sanzioni connesse all’art. 14 dell’OM 112/2022”.

Infine, gli stessi aggiungono: “Da ultimo chiediamo di poter fare un approfondimento con la Direzione Generale per i servizi informativi e la statistica in merito all’efficientamento delle procedure con cui le scuole comunicano agli Uffici scolastici periferici le cattedre disponibili in organico di diritto e di fatto per l’attribuzione delle supplenze. Negli ultimi anni sono state riscontrate le più svariate modalità di comunicazione dei posti disponibili. E una generale mancanza di formazione del personale coinvolto in queste procedure”.

Aggiornamento delle Graduatorie GPS

Le Graduatorie provinciali per le supplenze (GPS) hanno una durata di due anni e il prossimo aggiornamento è previsto per il 2024. L’ultimo si è, infatti, chiuso il 31 maggio 2022 (OM n. 112/2022) e sarà valido per tutto il biennio 2022/2024.

E proprio nel 2024, quando ci sarà la riapertura dei termini per la presentazione delle relative istanze, gli aspiranti docenti potranno effettuare:

  • nuovi inserimenti,
  • aggiornamenti dei titoli e dei servizi,
  • cambiamenti di provincia.

Gli aspiranti che hanno acquisito il titolo di abilitazione all’insegnamento o la specializzazione su sostegno dopo l’ultimo aggiornamento possono, però, chiedere l’inserimento nelle GPS elenchi aggiuntivi. Tuttavia, verranno inseriti in coda rispetto a chi si è inserito nell’aggiornamento ordinario.

GPS elenchi aggiuntivi, quali titoli si possono inserire?

Una cosa molto importante da tenere presente, in ogni caso, è che nelle istanze relative agli elenchi aggiuntivi GPS potranno essere inseriti solo i titoli culturali conseguiti (e non dichiarati) prima del 31 maggio 2022.

Niente da fare, quindi, per Master, Corsi di Perfezionamento, Certificazioni informatiche e Certificazioni linguistiche eventualmente conseguiti dopo la chiusura dell’ultimo aggiornamento GPS.

GPS elenchi aggiuntivi: la scelta della provincia

Gli aspiranti docenti già presenti nelle graduatorie GPS 2022/24 sono obbligati a rimanere nella provincia che hanno scelto in precedenza. E non possono richiedere di essere inserite in un elenco aggiuntivo per un’altra provincia. 

Va da sé che coloro che sono inseriti negli elenchi aggiuntivi della prima fascia GPS saranno automaticamente rimossi dalla seconda fascia GPS della stessa classe di concorso.

Invece, chi non è presente nelle graduatorie GPS 2022/24 ha la possibilità di scegliere qualsiasi provincia in cui presentare la propria candidatura. 


Va, inoltre, chiarito che il decreto che regola la costituzione degli elenchi aggiuntivi prevede che non sia possibile richiedere la cancellazione dalla GPS di una provincia per presentare una richiesta di inserimento in un elenco aggiuntivo di un’altra provincia.

Condividi questo articolo

ALTRI CONTENUTI CHE POTREBBERO INTERESSARTI