Prima fascia GPS

Prima fascia GPS

La priorità nella selezione dei docenti si sposta verso la prima fascia GPS, un elemento cruciale nelle dinamiche di reclutamento.

Questa componente essenziale delle Graduatorie Provinciali per le Supplenze svolge un ruolo centrale nel processo di assegnazione.

Le GPS, elaborate su base biennale a livello provinciale, derivano da regolamenti istituiti dal Ministero dell’Istruzione e del Merito (ex MIUR).

Il loro fondamento risale all’Ordinanza Ministeriale n. 60 del 10 luglio 2020. Con successivi aggiornamenti stipulati attraverso l’Ordinanza Ministeriale n. 112 del 6 maggio 2022.

L’attesa per le GPS 2024 è palpabile. Soprattutto considerando il loro ruolo nel permettere ai futuri docenti di aggiornare il proprio posizionamento nelle graduatorie.

Questo sistema offre un’opportunità anche ai nuovi aspiranti docenti. Tale situazione consente loro di inserirsi per la prima volta in queste liste con l’obiettivo di ottenere incarichi di supplenza a tempo determinato.

Reclutamento docenti

Nella scuola odierna è necessario comprendere che cosa effettivamente sia la prima fascia GPS. Per farlo, però, bisogna parlare del reclutamento docenti.

Lo stesso avviene tramite l’uso di diversi tipi di graduatoria:

  • Graduatoria a Esaurimento;
  • Graduatoria di Merito;
  • Graduatorie provinciali per le Supplenze;
  • Graduatorie di Istituto.

Ogni anno, le cattedre nelle scuole pubbliche aprono le porte a nuovi insegnanti. I suddetti educatori sono selezionati congiuntamente dalle Graduatorie di Merito.

Esse rappresentano il 50% delle assunzioni. Inoltre, si fa uso anche delle graduatorie ad esaurimento, anch’esse responsabili del restante 50%. Questo processo determina chi otterrà un contratto a tempo indeterminato per insegnare nelle scuole.

Graduatorie a esaurimento

Prima di parlare della prima fascia GPS bisogna analizzare le Graduatorie a Esaurimento. Qui ci sono i docenti abilitati all’insegnamento.

Queste liste sono organizzate per provincia e vengono riviste ogni tre anni per tener conto dei titoli e della posizione dei docenti già inclusi. Non accettano, per, alcuna nuova iscrizione.

Dal 2008, non è più consentito inserirsi in queste graduatorie, che stanno progressivamente esaurendosi. Nelle graduatorie di merito, invece, sono presenti i docenti vincitori del concorso pubblico a cattedra.

Graduatorie Provinciali per le Supplenze

All’interno delle Graduatorie Provinciali per le Supplenze rientra la prima fascia GPS. Come si è visto, hanno una validità biennale e sono composti dalla prima fascia e dalla seconda fascia.

Per la scuola dell’infanzia e primaria le fasce sono determinate nel seguente modo:

  • prima fascia, possessori del titolo abilitante;
  • seconda fascia, studenti iscritti al 3°, al 4° o al 5° anno di Scienze della Formazione Primaria. Devono avere rispettivamente 150, 200 e 250 CFU entro il termine della presentazione dell’istanza.

Per le scuole secondarie di I e II grado, invece, la suddivisione si esplicita così:

  • prima fascia, possessori dell’abilitazione all’insegnamento;
  • seconda fascia, chi detiene l’accesso alla classe di concorso a cui aspira. Inoltre, come titolo di accesso ci sono anche i 24 CFU.

Ovviamente, le graduatorie GPS hanno una validità imprescindibile non solo per i posti comuni, ma anche per i posti sul sostegno.

Graduatorie di Istituto

Correlate alla prima fascia GPS ci sono le Graduatorie di Istituto. Anche la loro presenza è vitale per consentire agli aspiranti docenti di ottenere supplenze a tempo determinato.

Gli aspiranti docenti hanno la possibilità di candidarsi per entrare nelle Graduatorie di Istituto. Ciò in contemporanea alle GPS.  Possono indicare fino a 20 istituti scolastici nella stessa provincia prescelta per entrare nelle GPS.

Il tutto per ogni posizione disponibile, disciplina o supporto didattico per cui sono qualificati. Ogni insegnante può registrarsi nelle GPS per una sola provincia, ma può scegliere più discipline per cui concorrere.

Se già inseriti nelle Graduatorie a Esaurimento (GAE) e desiderano entrare nelle GPS c’è una particolarità. Infatti, hanno la possibilità di optare per una provincia diversa da quella in cui sono già inseriti in precedenza nelle GAE.

Le GPS e le GI servono, dall’anno scolastico 2020-21, per coprire le supplenze:

  • fino al 31 agosto (Graduatorie Provinciali Di Supplenza);
  • fino al termine delle attività didattiche (Graduatorie Provinciali per le Supplenze);
  • fino all’ultimo giorno di effettiva permanenza delle esigenze di servizio (Graduatorie di Istituto).

Condividi questo articolo

ALTRI CONTENUTI CHE POTREBBERO INTERESSARTI