Come inserire la CIAD dopo la chiusura dell’aggiornamento ATA terza fascia?

mani sulla tastiera di un PC

Il CCNL Istruzione e Ricerca 2019-2021 ha introdotto l’obbligo, a partire dal 1° maggio 2024, della Certificazione internazionale di alfabetizzazione digitale (CIAD) per tutte le figure professionali del Personale ATA, ad eccezione del Collaboratore scolastico.

Tuttavia, grazie ad un emendamento al decreto Milleproroghe, è stata approvata una proroga di un anno valida sia per i nuovi inserimenti che per coloro che sono già presenti nelle Graduatorie ATA. Pertanto, ci sarà tempo fino al 30 aprile 2025 per conseguire il nuovo requisito di accesso.

Nei giorni scorsi, intanto, si è chiuso l’aggiornamento delle Graduatorie ATA di terza fascia valido per il triennio 2024-2027. E tutti coloro che non sono ancora in possesso dell’importante Certificazione digitale hanno dovuto flaggare la relativa casella, impegnandosi a conseguirla entro il termine stabilito.

Ma come inserire la CIAD dopo la chiusura dell’aggiornamento ATA?     

Come inserire la CIAD dopo la chiusura dell’aggiornamento ATA terza fascia?

L’aggiornamento delle Graduatorie ATA di terza fascia si è chiuso il 28 giugno, ma le relative graduatorie dovrebbero essere pubblicate solo tra fine agosto e inizio settembre. Tuttavia, in mancanza di precise indicazioni da parte del Ministero dell’Istruzione e del Merito, sono in molti a chiedersi come fare, una volta conseguita la Certificazione internazionale di alfabetizzazione digitale, per comunicarne il possesso dopo la chiusura delle procedure di aggiornamento ATA.     

Da precisare, anzitutto, che non sarà in alcun modo possibile aggiornare la propria istanza per inserire, tra i requisiti di accesso, la nuova Certificazione di alfabetizzazione digitale. Molto più probabile, infatti, che subito dopo il 30 aprile 2025 venga aperta una finestra temporale straordinaria – simile a quella per lo scioglimento della riserva per le Graduatorie GPS – per confermare l’avvenuto conseguimento della CIAD tramite il Portale Unico del reclutamento (www.inpa.gov.it). Per accedere al quale, lo ricordiamo, è necessario essere in possesso delle credenziali del Sistema Pubblico di identità digitale (SPID) o di quelle della Carta di Identità Elettronica (CIE) ed essere abilitati al servizio “Istanze on line”.

CIAD: cosa accade dopo il 30 aprile 2025?

Il mancato conseguimento della Certificazione internazionale di alfabetizzazione digitale entro il termine ultimo del 30 aprile 2025 comporterà l’immediata decadenza dalle Graduatorie ATA di terza fascia e, verosimilmente, dagli incarichi eventualmente conferiti. 

Da tenere presente, inoltre, che per essere riconosciuta valida e utilizzabile ai fini della Graduatoria ATA di terza fascia, la CIAD deve soddisfare – così come precisato dalla dichiarazione congiunta n. 5 (pagina 77 del CCNL) – i seguenti requisiti:

  • Ente accreditato: la Certificazione deve essere rilasciata da un ente accreditato presso Accredia, l’ente italiano di accreditamento, in modo da attestare la competenza e l’indipendenza degli organismi di certificazione e la conformità delle Certificazioni ai framework europei;
  • Registrazione: deve essere registrata presso il medesimo ente di accreditamento;
  • Validità: deve essere in corso di validità all’atto dell’iscrizione in graduatoria;
  • Test Finale: deve attestare il superamento di un test finale relativo all’acquisizione delle competenze informatiche richieste, tra le quali: conoscenza dei sistemi operativi, di word processor, di fogli elettronici, di gestione della posta elettronica.

Quali sono le Certificazioni internazionali di alfabetizzazione digitale accreditate Accredia? 

Se conseguire la Certificazione internazionale di alfabetizzazione digitale rappresenta un obbligo per tutte le figure professionali del Personale ATA (ad eccezione del Collaboratore scolastico), è anche vero, tuttavia, che bisogna affidarsi solo ad enti seri ed affidabili che operano nell’ambito della formazione da diversi anni e che possono vantare numerosi feedback positivi da parte degli utenti. 

Ciò premesso, va anche detto che ad oggi sono soltanto 3 gli enti accreditati da Accredia che rilasciano la CIAD:

  • CERTIPASS (EIPASS 7 Moduli Standard); 
  • AICA (ICDL Full Standard). 

Da precisare, tuttavia, che per coloro che hanno già conseguito la Certificazione EIPASS 7 Moduli User sarà sufficiente sostenere un esame integrativo per passare alla versione EIPASS 7 Moduli Standard. 

Ad ogni modo, per verificare l’autenticità e la validità della CIAD, sarà sufficiente controllare che la relativa Certificazione di alfabetizzazione digitale riporti la dicitura “Digital Competence Framework for Citizens DigComp 2.2”.   

Condividi questo articolo