Concorso DSGA: tutte le ultime notizie

Concorso DSGA

Sono in arrivo importanti novità riguardo al bando del concorso ordinario per direttori dei servizi generali e amministrativi (DSGA). Si tratta delle ultime notizie che abbiamo riguardo al concorso DSGA.

Il Ministero dell’istruzione italiano sta per pubblicare un nuovo bando di concorso per Direttori dei servizi generali e amministrativi (DSGA) nel 2023. Il bando sarebbe dovuto uscire nel 2022, ma è stato posticipato.

Il regolamento è stato definito nel Decreto Ministeriale 28 giugno 2022, n. 146 pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 3 ottobre dello scorso anno. 

Requisiti per partecipare al concorso DSGA

Il concorso rappresenta un’opportunità per coloro che sono in possesso di specifici requisiti:

  • la cittadinanza italiana o di uno degli Stati membri dell’UE
  • cittadinanza di uno Stato diverso da quelli appartenenti all’Unione europea, qualora ricorrano le condizioni di cui all’articolo 38 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165,
  • il possesso di diplomi di laurea, lauree specialistiche e magistrali considerati equipollenti o equivalenti ai sensi della normativa vigente.

Concorso DSGA, ultime notizie: lauree valide per partecipare

Per partecipare al concorso, è necessario possedere specifiche lauree, che sono indicate nell’allegato A del bando

Inoltre, sono considerati equipollenti o equivalenti ai sensi della normativa vigente i titoli conseguiti all’estero che presentano le stesse caratteristiche delle lauree richieste.

Concorso DSGA, ultime notizie per la procedura concorsuale

La procedura concorsuale si articola in tre fasi: 

  • la prova scritta, 
  • la prova orale,
  • la valutazione dei titoli. 

La prova scritta si svolge mediante il supporto di strumentazione informatica e consiste nella risoluzione di 60 quesiti, distribuiti tra varie materie. 

La prova orale consiste in un colloquio sulle materie d’esame, che accerta la preparazione professionale del candidato e la sua capacità di risolvere casi riguardanti la funzione di DSGA, e in una verifica della conoscenza degli strumenti informatici e delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione (TIC) di più comune impiego, nonché della lingua inglese.

Il punteggio massimo attribuibile a ciascun candidato è di 150 punti.

Il programma d’esame è contenuto nell’allegato B del Decreto e prevede la somministrazione di quesiti su Diritto Costituzionale, Diritto Amministrativo, Diritto Civile, Contabilità Pubblica, Diritto del Lavoro, Legislazione Scolastica, Ordinamento e Gestione Amministrativa delle istituzioni scolastiche autonome e stato giuridico del personale scolastico e Diritto Penale.

La prova scritta

La prova scritta si svolge presso sedi decentrate individuate dagli Uffici Scolastici Regionali, e consiste nella risoluzione di 60 quesiti distribuiti tra varie materie. 

I quesiti sono somministrati in modalità casuale per ciascun candidato. Tali quesiti riguardano il diritto costituzionale e amministrativo, il diritto civile, la contabilità pubblica, il diritto del lavoro, la legislazione scolastica, l’ordinamento e la gestione amministrativa delle istituzioni scolastiche autonome e lo stato giuridico del personale scolastico, e il diritto penale con particolare riguardo ai delitti contro la pubblica amministrazione. 

La durata complessiva della prova scritta è di 120 minuti e non è prevista la pubblicazione dei quesiti prima dello svolgimento.

La prova orale

La prova orale si svolge in tre parti:

  • un colloquio sulle materie d’esame di cui all’allegato B, che mira a valutare la preparazione professionale del candidato e la capacità di risolvere due casi riguardanti la funzione di DSGA.
  • Una verifica della conoscenza degli strumenti informatici e delle TIC di più comune impiego.
  • Una verifica della conoscenza della lingua inglese attraverso la lettura e traduzione di un testo scelto dalla Commissione.

La durata massima della prova orale è di 50 minuti, ma possono essere previsti tempi aggiuntivi in base alla normativa vigente. 

Inoltre, la prova orale può essere svolta in videoconferenza attraverso l’utilizzo di strumenti informatici e digitali, garantendo la pubblicità della stessa e l’identificazione dei partecipanti, nonché la sicurezza delle telecomunicazioni e la loro tracciabilità.

Valutazione dei titoli

La valutazione dei titoli viene effettuata dopo l’espletamento della prova orale, con esclusivo riferimento ai candidati che abbiano superato la predetta prova e sulla base delle dichiarazioni degli stessi, rese nella domanda di partecipazione, e della documentazione prodotta.

Il concorso DSGA rappresenta un’importante opportunità per coloro che vogliono diventare direttori dei servizi generali e amministrativi nelle istituzioni scolastiche, e la preparazione accurata su argomenti specifici come la contabilità pubblica e la gestione amministrativo contabile può fare la differenza nel superare le prove selettive.

Condividi questo articolo