Concorso dirigente scolastico 2017, ancora 200 candidati

DS2017, ancora circa 200 candidati da assumere

Grazie al Decreto Milleproroghe torna alla ribalta la procedura relativa al concorso a dirigente scolastico 2017. Infatti, con la presentazione di alcuni emendamenti relativi al decreto si potrebbero ammettere alcuni candidati, se in possesso dei requisiti previsti e in seguito al superamento di determinate prove.

La situazione è ancora in divenire.

Concorso a dirigente scolastico 2017: ancora candidati in graduatoria 

Le graduatorie di merito relative al concorso a dirigente scolastico 2017 stanno per esaurirsi, infatti rimangono soltanto da assumere 228 candidati

Il numero è così basso che indurrebbe a pubblicare con effetto immediato il nuovo bando 2023 dal momento che il regolamento è già pubblicato in Gazzetta Ufficiale.

Regolamento 

Il Regolamento è in vigore dal 6 gennaio 2023 e il bando potrebbe essere pubblicato a breve. Se pubblicato in tempi stretti, le domande potrebbero essere presentate entro metà febbraio e la prova preselettiva potrebbe essere svolta a metà marzo. 

La prova scritta potrebbe essere svolta a metà aprile e, se il numero dei candidati ammessi supera le 250 unità, potrebbe essere costituita una sottocommissione per ogni gruppo di 250 candidati, che potrebbe richiedere circa un mese di lavoro per la correzione. In questo caso, le graduatorie di merito potrebbero essere definite entro agosto 2023. 

Anche se difficile, è possibile che il concorso si possa concludere in tempo per le nomine in ruolo dei vincitori al 1° settembre 2023.

I numero di candidati che si attendono per il futuro concorso a dirigente scolastico

Il bando preciserà quanti posti saranno messi a concorso, ma si stima che potrebbero essere tra i 2.200 e i 2.500 posti, compresi quelli che si libereranno per pensionamento nei prossimi tre anni. 

Nel concorso a dirigente scolastico del 2017, c’erano 2.416 posti e 34.627 concorrenti. 

Si prevede che anche per questo concorso potrebbero partecipare decine di migliaia di candidati interessati al vantaggio stipendiale rispetto a quello dei docenti. Tuttavia, solo 7.500-8.000 potranno continuare il concorso dopo la prima prova preselettiva.

Il rientro di alcuni partecipanti

Sulla base di due emendamenti specifici relativi al Decreto Milleproroghe 2023 la platea dei candidati da assumere potrebbe ampliarsi ancora.

Il testo del decreto è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 29 dicembre scorso, per cui la votazione degli emendamenti è ancora attesa per questa settimana. Infatti, pare che il Milleproroghe dovrà essere convertito in legge entro il 27 febbraio.

Gli emendamenti per il concorso dirigenti scolastici riguardano ben due categorie:

  • candidati che non hanno superato la prova scritta e stanno contestando il risultato;
  • candidati che hanno superato la prova orale grazie a un provvedimento cautelare che poi è stato revocato, ma che potrebbero essere inclusi grazie a un emendamento che considera valido l’anno di prova superato.

Per poter rientrare in graduatorie è previsto un corso con prova finale da superare.

Condividi questo articolo

ALTRI CONTENUTI CHE POTREBBERO INTERESSARTI