Concorso ATA terza fascia 2024: dal 27 maggio al 25 giugno. Scarica il PDF del Bando!

Un componente del Personale ATA al lavoro in segreteria scuola

L’aggiornamento delle Graduatorie ATA di terza fascia si svolgerà dal 27 maggio al 25 giugno. La conferma è arrivata direttamente dal Ministero dell’Istruzione e del Merito nel corso di un confronto politico con le organizzazioni sindacali tenutosi questa mattina (15 maggio). Lo slittamento di una settimana rispetto a quanto previsto dallo schema di decreto del MIM recante “Aggiornamento delle graduatorie di circolo e d’istituto di terza fascia del personale ATA per il triennio scolastico 2024-2027” sottoposto al parere del CSPI (Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione), è dovuto alla necessità di evitare una sovrapposizione con l’aggiornamento delle Graduatorie GPS (in programma dal 20 maggio all’8 giugno). 

Il Concorso ATA terza fascia 2024 prevede significative innovazioni relative alla classificazione dei profili professionali del Personale ATA, in linea con le direttive del nuovo CCNL 2019-21 Istruzione e Ricerca.

E le nuove graduatorie di circolo e d’istituto di terza fascia andranno a sostituire integralmente quelle attualmente in vigore e saranno valide per il triennio scolastico 2024/2025, 2025/2026 e 2026/2027.

Concorso ATA terza fascia 2024: tutte le novità 

La bozza del bando per l’aggiornamento delle Graduatorie ATA di terza fascia è stata formulata considerando le nuove disposizioni relative al personale ATA stabilite dal CCNL Istruzione e Ricerca per il periodo 2019-2021. E tra le novità più rilevanti, figura la possibilità per i candidati di iscriversi in graduatoria nella nuova categoria di Operatore scolastico.

L’articolo 59 del Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro (CCNL) Istruzione e Ricerca 2019-21 prevede un periodo dilatorio di tre mesi per permettere alle istituzioni scolastiche di adattarsi alle nuove normative relative al Personale ATA. E dato che il contratto è stato firmato definitivamente il 18 gennaio 2024, le nuove disposizioni saranno operative a partire dal 1° maggio 2024.

Pertanto, l’aggiornamento delle Graduatorie ATA di terza fascia non potrà iniziare prima di questa data. 

La nuova classificazione Personale ATA

L’aggiornamento delle Graduatorie ATA di terza fascia rifletterà la nuova classificazione del personale ATA, rivista secondo le linee guida stabilite dal CCNL Istruzione e Ricerca 2019-2021.

La stessa prevede, tra l’altro, l’istituzione della figura professionale dell’Operatore scolastico, che, pur avendo molte funzioni in comune con il Collaboratore scolastico, si distingue per l’assunzione di compiti aggiuntivi quali l’assistenza non specialistica agli alunni con disabilità e il supporto ai servizi amministrativi e tecnici.

AreaRuoli
CollaboratoriCollaboratore scolastico
OperatoriOperatore scolastico 
Operatore dei servizi agrari
AssistentiAssistente amministrativo
Assistente tecnico 
Cuoco 
Guardarobiere 
Infermiere
Funzionari ed Elevata qualificazioneDirettore dei servizi generali ed amministrativi (DSGA)

La Certificazione internazionale di alfabetizzazione digitale (CIAD)

Con l’entrata in vigore del CCNL Istruzione e Ricerca 2019-21, sono stati aggiornati i requisiti d’accesso per le Graduatorie ATA di terza fascia. Specificatamente, il profilo del Cuoco richiederà ora il possesso di un Diploma di scuola Secondaria di secondo grado, con qualifica di tecnico dei servizi di ristorazione, settore cucina.

Ma la novità più significativa è sicuramente l’introduzione dell’obbligo di conseguire una Certificazione internazionale di alfabetizzazione digitale (CIAD) per tutte le figure professionali, ad eccezione del Collaboratore scolastico. Questa certificazione, come indicato dalla dichiarazione congiunta n. 5, deve essere rilasciata da un ente accreditato presso Accredia, l’ente nazionale di accreditamento, garantendo così che le certificazioni siano conformi ai framework europei.

Tuttavia, un recente emendamento presentato da FdI e Lega al decreto Milleproroghe 2024 ha introdotto una proroga di un anno – quindi, fino al 30 aprile 2025 – per il conseguimento della CIAD. Questa estensione del termine è applicabile sia ai nuovi inserimenti sia agli aspiranti già presenti nelle Graduatorie, fornendo ulteriore tempo per l’adempimento di questo requisito.

I nuovi requisiti d’accesso previsti dal concorso ATA terza fascia 2024 sono, pertanto, i seguenti:

RuoloRequisiti
Assistente amministrativoDiploma di scuola secondaria di secondo grado; Certificazione internazionale di alfabetizzazione digitale.
Assistente tecnicoDiploma di scuola secondaria di secondo grado, rispetto allo specifico settore professionale; Certificazione internazionale di alfabetizzazione digitale.
Collaboratore scolasticoDiploma di qualifica triennale, rilasciato da un istituto professionale oppure “Certificato di competenze” relativo al primo triennio di studio di cui al d.lgs.61 del 2017.
CuocoDiploma di scuola secondaria di secondo grado, con qualifica di tecnico dei servizi di ristorazione, settore cucina; Certificazione internazionale di alfabetizzazione digitale.
GuardarobiereDiploma di qualifica professionale di operatore di moda; o Diploma di scuola secondaria di secondo grado “Sistema Moda”; Certificazione internazionale di alfabetizzazione digitale.
InfermiereLaurea in Scienze infermieristiche o titolo equivalente; Certificazione internazionale di alfabetizzazione digitale.
Operatore scolasticoAttestato di qualifica professionale di operatore dei servizi sociali; diploma di qualifica triennale, rilasciato da un istituto o “Certificato di competenze” relativo al primo triennio di studio di cui al d.lgs.61 del 2017; Certificazione internazionale di alfabetizzazione digitale.  
Operatore dei servizi agrariAttestato di qualifica professionale di operatore agrituristico o agro industriale o agro ambientale o agroalimentare o equipollenti; Certificazione internazionale di alfabetizzazione digitale.

Bando ATA terza fascia: il parere del CSPI

Nella seduta plenaria n. 124 del 26/04/2024 il CSPI (Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione), pur esprimendo parere favorevole sullo schema del decreto del MIM relativo all’aggiornamento delle Graduatorie ATA di terza fascia, ha avanzato diverse richieste di modifica rispetto alle quali tocca adesso al Ministero decidere se e quali accogliere. 

Ecco un elenco dettagliato delle proposte:

  • Assistenza alle segreterie scolastiche: il CSPI propone di alleggerire il carico di lavoro delle segreterie scolastiche spostando la valutazione delle domande a livelli superiori dell’amministrazione, analogamente a quanto già previsto per le Graduatorie provinciali per le supplenze (GPS);
  • Validità delle Graduatorie: si richiede una modifica alla durata di validità delle graduatorie, suggerendo che, in caso di pubblicazione post 31 agosto 2024, queste abbiano effetto dal successivo anno scolastico, estendendo la validità al triennio 2025/2028;
  • Abolizione del punteggio per Dattilografia: per l’Assistente Amministrativo, il CSPI considera obsoleto il punteggio per il Corso di Dattilografia rispetto alle Certificazioni informatiche, e suggerisce di mantenere i punteggi già acquisiti ma di eliminarli per le future valutazioni;
  • Differenziazione del punteggio per Lauree: viene avanzata la proposta di attribuire un punteggio superiore alle lauree magistrali o del vecchio ordinamento rispetto alle lauree triennali, specificatamente per certi profili professionali;
  • Uniformità dei punteggi per Certificazioni informatiche: il CSPI sollecita una uniformità nei punteggi attribuiti alle diverse Certificazioni informatiche, attualmente diversi a seconda del profilo professionale;
  • Chiarimenti sulla CIAD: sono richiesti dettagli più specifici sulle caratteristiche e il livello minimo delle Certificazioni internazionali di alfabetizzazione digitale (CIAD), sulla validità delle certificazioni preesistenti e su quelle che hanno invece bisogno di un aggiornamento rispetto agli standard europei;
  • Valutazione dei servizi per Assistente Amministrativo: si propone che i servizi svolti come Facente funzione DSGA siano considerati come servizio specifico, se conferiti secondo criteri nazionali;
  • Introduzione del profilo di Operatore Scolastico: si suggerisce di precisare che per il nuovo profilo di Operatore Scolastico non sarà possibile procedere immediatamente all’individuazione per le supplenze;
  • Depennamento per cambio di Provincia: viene chiarito che, in caso di cambio di Provincia seguito da ritardi nella pubblicazione delle graduatorie, i contratti già in vigore saranno portati a termine per garantire la continuità del servizio;
  • Controllo della validità delle domande: è proposto di specificare che il controllo delle domande da parte delle scuole avvenga entro il termine del primo contratto stipulato, per prevenire contenziosi;
  • Requisiti per il profilo di Cuoco: si prevede l’introduzione di un nuovo requisito per il profilo di cuoco, richiedendo un diploma specifico per i servizi di enogastronomia;
  • Riconoscimento delle qualifiche professionali: è richiesta una specifica che includa le qualifiche rilasciate da tutte le Regioni nel Repertorio Nazionale delle qualifiche professionali;
  • Aggiornamento delle FAQ: infine, si richiede un aggiornamento delle FAQ ministeriali relative alle Graduatorie ATA, per riflettere le modifiche apportate nelle ultime due revisioni.

BANDO ATA TERZA FASCIA: SCARICA IL PDF DELLA BOZZA 

Condividi questo articolo