Infermiere personale ATA: cosa fa e mansioni a scuola

Infermiere personale ATA a lavoro nella scuola

Guida al ruolo di infermiere ATA nelle scuole

L’infermiere ATA cosa fa all’interno delle istituzioni scolastiche? Ecco una guida al ruolo dell’infermiere appartenente al personale amministrativo, tecnico e ausiliario. Nonché alle sue mansioni.

Il profilo professionale dell’infermiere (IF) del personale ATA

Il profilo professionale dell’infermiere (IF) fa parte dell’area di lavoro degli assistenti, che un tempo era inquadrata come area B del personale ATA. Ricordiamo che con la sottoscrizione del nuovo CCNL 2019/21 c’è stata una nuova classificazione inerente i profili ATA.

Appartengono alla stessa area dell’infermiere, anche l’assistente amministrativo e quello tecnico, il cuoco e il guardarobiere.

L’infermiere, che può aumentare le sue competenze frequentando dei corsi per personale ATA, svolge attività lavorative che richiedono una specifica preparazione professionale, tra cui: 

  • la gestione dell’infermeria;
  • la somministrazione di terapie;
  • la cura delle dotazioni mediche.

Tra i requisiti di accesso, abbiamo la laurea in scienze infermieristiche o altro titolo valido per l’esercizio della professione di infermiere, insieme alla Certificazione internazionale di alfabetizzazione digitale.

Cosa fa l’infermiere scolastico: le mansioni

Alla domanda l’infermiere ATA cosa fa, possiamo rispondere che questo professionista si occupa dell’organizzazione e del funzionamento dell’infermeria, quando presente. 

Tale figura professionale lavora al fine di garantire la gestione ottimale delle dotazioni mediche, farmacologiche e strumentali necessarie. Ciò, all’interno di convitti ed educandati. 

Gli infermieri sono responsabili dell’attuazione delle terapie e delle misure di prevenzione prescritte. Questo, per assicurare il benessere e la salute degli studenti e del personale scolastico.

La loro mansione principale, in sostanza, consiste nel promuovere la salute. Questa figura dovrebbe fornire agli studenti e a tutte le persone che gravitano intorno agli istituti, le conoscenze per poter avere un miglior controllo della propria incolumità.

L’infermiere si assicura anche che gli alunni con epilessia, diabete, asma e altre problematiche siano sotto controllo. Si prepara, inoltre, a intervenire qualora necessario.

Questi professionisti svolgono le loro mansioni con autonomia operativa e responsabilità diretta. Ciò rappresenta un elemento essenziale per il corretto funzionamento delle scuole e delle istituzioni educative, garantendo un ambiente sicuro e salutare per tutti.

Possibilità di carriera e formazione

Come si diventa infermiere personale ATA e a quanto ammonta il suo stipendio?. Vediamolo insieme.

Prospettive di crescita e carriera per infermieri scolastici

Gli infermieri scolastici guadagnano circa 1.613,51 euro al mese lordi (al netto circa 1.178 euro), che annui diventano 19.362,16 euro. Lo stipendio può, comunque, variare per diverse cause.

Anzitutto, l’anzianità di servizio. Svolgere un lavoro da molto tempo, rispetto a chi si è impiegato relativamente da poco, influenza in positivo lo stipendio del personale ATA. 

Maggiore è l’anzianità, maggiore è la retribuzione, grazie alla progressione automatica prevista dal Contratto Collettivo Nazionale del Lavoro.

Anche la posizione geografica ha un notevole impatto. In alcune regioni italiane, infatti, può essere previsto un aumento del salario base per far fronte al costo della vita più elevato.

Infine, il tipo di contratto influisce notevolmente. Un contratto a tempo indeterminato garantisce una maggiore stabilità economica rispetto a uno a termine. Inoltre, in genere, un impiego a tempo pieno offre un salario maggiore rispetto ad un part-time.

Opportunità di formazione continua per infermiere ATA

Per poter diventare infermiere ATA bisogna aver conseguito la laurea ed essere in possesso della Certificazione Internazionale di Alfabetizzazione Digitale. La stessa è diventata requisito imprescindibile di accesso al ruolo.

Al fine di lavorare nelle scuole come infermiere ATA, è necessario seguire determinati passaggi. Primo fra tutti, entrare nelle graduatorie disposte da ogni singola scuola. Successivamente, in base al punteggio in graduatoria, si viene chiamati per ricoprire il ruolo all’interno dell’istituzione scolastica scelta. 

Maggiore è il punteggio ATA, più saranno le possibilità di lavorare. Il punteggio può essere aumentato frequentando dei corsi che permettano di acquisire certificazioni informatiche e/o linguistiche.

Corsi di questo genere risultano, ad oggi, fondamentali. In primis per scalare le graduatorie. In secondo luogo perché, in questo modo, si ha la possibilità di aumentare le proprie competenze e renderle spendibili, successivamente, nel mercato del lavoro.

Condividi questo articolo

ALTRI CONTENUTI CHE POTREBBERO INTERESSARTI