Passaggio alle nuove aree profilo ATA

La classificazione delle nuove aree profilo del personale ATA

Il CCNL 2019-21 ha inserito molteplici novità per quanto concerne il mondo scolastico. Una di questa è relativa alle nuove aree profilo ATA.

Si tratta di una vera e propria rivoluzione che ha portato anche alla nascita di inedite figure professionali. Come non citare, infatti, l’operatore scolastico.

L’articolo 59 del Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro ha delineato le norme per il rinnovato ordinamento professionale del personale ATA.

Inoltre, il contratto, firmato definitivamente il 18 gennaio 2024, impone alle istituzioni scolastiche un preciso dovere. Ovvero, di completare gli adempimenti necessari entro un periodo di tre mesi.

Tale scadenza, prossima a giungere, rappresenta una pietra miliare nell’attuazione delle nuove regolamentazioni che riguardano il personale ATA.

Transizione alle nuove aree profilo

Il passaggio alle nuove aree profilo ATA è scaturito dal recente Contratto scuola. Una situazione che deve essere snocciolata per comprendere al meglio le nuove prospettive lavorative del personale ATA.

Nell’Allegato B del CCNL preso in esame, comunque, vi è una tabella che esplicita la suddetta transizione.

Collaboratore e operatore scolastico
Attuale sistema di classificazioneNuovo sistema di classificazione
AreaArea
ACollaboratori
ASOperatori
BAssistenti
CFunzionari ed elevata qualificazione
DFunzionari ed elevata qualificazione

Tabella corrispondenza per personale ATA

Sempre il CCNL 2019-21 è in grado di far comprendere come avvenga tale passaggio alle nuove aree profilo ATA. In soccorso degli addetti ai lavori, infatti, arriva una tabella presente nell’Allegato D.

Progressione di AreaRequisiti
da Area dei Collaboratori ad Area degli Operatoria)attestato di qualifica professionale richiesto per l’accesso dall’esterno – ed almeno 5 anni di esperienza maturata nell’Area dei Collaboratori e/o nell’equivalente area del precedente sistema di classificazione
oppure b) diploma di scuola secondaria di primo grado ed almeno 10 anni di esperienza maturata nell’Area dei Collaboratori e/o nell’equivalente area del precedente sistema di classificazione
da Area degli Operatori ad Area degli Assistentia) diploma di scuola secondaria di secondo grado o diverso titolo di studio richiesto per l’accesso dall’esterno e almeno 5 anni di esperienza maturata nell’Area dei Collaboratori esperti e/o nell’equivalente area del precedente sistema di classificazione
oppure b) attestato di qualifica professionale che consente l’accesso all’area dei Collaboratori esperti ed almeno 10 anni di esperienza maturata nell’Area dei Collaboratori esperti e/o nell’equivalente area del precedente sistema di classificazione
da Area degli Assistenti ad Area dei Funzionari e dell’Elevata qualificazionea) laurea magistrale e almeno 5 anni di esperienza maturata nell’Area degli Assistenti e/o nell’equivalente area del precedente sistema di classificazione
oppure b) diploma di scuola secondaria di secondo grado ed almeno 10 anni di esperienza maturata nell’Area degli Assistenti e/o nell’equivalente area del precedente sistema di classificazione

La nuova classificazione del Personale ATA

Non resta, dunque, che salire alla fonte delle nuove aree profilo. Infatti, l’inedita classificazione del personale ATA prevista dal CCNL 2019/21 Istruzione e Ricerca è la seguente:

AREA        RUOLI
CollaboratoriCollaboratore scolastico
OperatoriOperatore scolastico
Operatore dei servizi agrari
AssistentiAssistente Amministrativo
Assistente tecnico
Cuoco
Guardarobiere
Infermiere
Funzionari ed elevata qualificazioneDirettore dei servizi generali e amministrativi (DSGA)

Condividi questo articolo

ALTRI CONTENUTI CHE POTREBBERO INTERESSARTI