TFA sostegno 2022-2023: cambiare Ateneo dopo le prove d’accesso?

TFA sostegno 2022-2023 cambiare Ateneo dopo le prove d’accesso

Tutto pronto per il TFA Sostegno 2022-2023 VIII ciclo. Proprio nei giorni scorsi, infatti, con il Decreto Ministeriale n. 694/2023 il Ministero dell’Università e della Ricerca ha autorizzato l’avvio dei percorsi di specializzazione per le attività di sostegno didattico agli alunni con disabilità. Sono ben 28.986 i posti disponibili tra scuola dell’Infanzia, Primaria e Secondaria di primo e secondo grado.

Con il Decreto interministeriale n.691/2023 è, invece, stata riservata una quota determinata nella misura pari al 35% dei posti disponibili per i docenti con 3 anni di servizio sul sostegno negli ultimi 5 anni.

Prima di essere ammessi al vero e proprio percorso del TFA Sostegno, tuttavia, i candidati devono superare delle prove d’accesso: un test preselettivo, una o più prove scritte ovvero pratiche, una prova orale.  

Da precisare, però, che i docenti con 3 anni di servizio sul sostegno negli ultimi 5 anni, accedono direttamente alla prova scritta. Ma concorrono esclusivamente per la quota di riserva dell’Ateneo in cui hanno presentato istanza.

Ma il grande dubbio è: una volta superate le prove d’accesso, i candidati possono seguire il TFA presso un’altra università?

TFA sostegno 2022-2023: cambiare Ateneo dopo le prove d’accesso?

Il TFA sostegno VIII ciclo presenta un’evidente disparità nella distribuzione dei posti messi a disposizione, con oltre la metà delle disponibilità bandite concentrate nelle Università del Sud. 

Questa situazione mette in evidente svantaggio gli aspiranti docenti di sostegno provenienti dalle regioni del Nord. Poiché per aumentare le proprie probabilità di successo dovrebbero puntare a partecipare alle prove preselettive presso gli Atenei che offrono un maggior numero di posti.

Da qui il dubbio relativo al cambio di ateneo dopo l’eventuale superamento delle prove d’accesso. 

Ecco, quindi, che occorre precisare subito che, per quanto concerne i docenti con 3 anni di servizio sul sostegno negli ultimi 5 anni, gli stessi sono vincolati all’università presso cui hanno presentato istanza.

Esistono, tuttavia, dei casi in cui è effettivamente possibile seguire il TFA Sostegno in un Ateneo diverso rispetto a quello in cui sono state superate le prove d’accesso. 

Quando si può frequentare il TFA Sostegno in un altro Ateneo?

A tal riguardo, è importante sottolineare che l’articolo 4/5 del DM n. 92/2019 prevede la possibilità di integrare le graduatorie dei candidati ammessi nei percorsi di specializzazione con coloro che sono stati collocati in posizione non utile in altre graduatorie di merito di diversi Atenei, purché ne facciano richiesta. 

Pertanto, se un candidato supera le prove, ma non rientra nel numero dei posti disponibili nell’Ateneo iniziale, può richiedere l’ammissione presso un altro Ateneo in cui il numero di ammessi sia inferiore al numero di posti banditi.

Prove superate, ma non rientrano nei posti disponibili: dovranno ripetere le prove?

Tra i mille dubbi che circondano il TFA Sostegno 2022-2023 VIII ciclo c’è anche quello relativo all’eventuale necessità di ripetere l’anno successivo le prove d’accesso qualora i candidati non rientrino tra i posti disponibili.

Ebbene, i candidati non dovranno affatto ripetere le prove in occasione del ciclo successivo. Avranno, infatti, a disposizione ben due opzioni.

La prima è quella che abbiamo già analizzato nel paragrafo precedente. Ovvero la possibilità di accedere ai percorsi presso altri Atenei. In questo caso, tuttavia, è necessario che altri Atenei abbiano disponibilità di posti dopo l’ammissione dei candidati al termine delle prove d’accesso. E, soprattutto, che decidano di integrare  la graduatoria dei candidati ammessi.

La seconda opzione consiste, invece, nell’attendere il prossimo ciclo del TFA Sostegno e accedere direttamente al percorso in soprannumero, come previsto dall’articolo 4/4, lettera c., del DM 92/2019. 

In questo caso, però, i candidati dovranno seguire il corso di specializzazione presso lo stesso Ateneo in cui hanno superato le prove d’accesso. A meno che non vi sia una motivata deroga. 

SCARICA I SEGUENTI DOCUMENTI: 

IL DECRETO MINISTERIALE DI ATTIVAZIONE DEL TFA SOSTEGNO 2023 VIII CICLO

LA RIPARTIZIONE DEI POSTI

QUOTA RISERVA 35%

Se stai cercando di diventare insegnante di sostegno e vuoi prepararti al meglio per il TFA, il corso di preparazione per il TFA Sostegno è l’opzione giusta per te! Scopri tutte le info sul Corso di preparazione al TFA Sostegno

Condividi questo articolo

Articoli Recenti