GPS, in arrivo gli abilitati del concorso ordinario

GPS concorso ordinario

Gli aspiranti che hanno superato il concorso ordinario per la scuola secondaria potranno inserirsi negli elenchi aggiuntivi alla prima fascia GPS

Ci sono moltissimi aspiranti che sicuramente approfitteranno della possibilità di poter far parte dell’elenco aggiuntivo GPS. Costoro hanno conseguito l’abilitazione (anche superando il concorso ordinario) dopo i termini stabiliti dal Ministero per l’inserimento a pieno titolo lo scorso anno.

Malgrado l’anno scolastico 2023/2024 sia di transizione per quanto riguarda le GPS e le graduatorie dovrebbero rimanere stabili, nella pratica dei fatti potrebbe essere presente in provincia qualche modifica sostanziale. 

I motivi sono due, in sostanza:

  • uno legato alla lentezza amministrativa con la quale sono effettuati i controlli sulle domande presentate entro lo scorso 31 maggio,
  • l’altro alla costituzione degli elenchi aggiuntivi che potrebbero essere consistenti.

Gli elenchi aggiuntivi alle GPS erano già previsti anche per gli abilitati tramite concorso ordinario

L’elenco aggiuntivo alle GPS 2022/2024 è previsto dall’articolo 10 dell’OM n. 112 del 6 maggio 2022 e comprenderà tutti coloro i quali hanno conseguito l’abilitazione o la specializzazione dopo la data di scadenza per l’inserimento nelle suddette graduatorie o che, pur essendone in possesso, non si sono inseriti in prima fascia.

Il Ministero dell’Istruzione ha creato una prima fascia delle GPS graduatorie provinciali e di istituto per le supplenze, costituite con OM n. 112 del 6 maggio 2022, che è riservata ai docenti in possesso dell’abilitazione per posto comune e della specializzazione per posto di sostegno. 

Erano previsti due casi: 

  • il primo riguarda coloro che avevano già il titolo in possesso entro il 31 maggio 2022 e dovevano presentare una regolare domanda di inserimento, 
  • mentre il secondo riguarda coloro che non avevano ancora il titolo, ma era previsto che avrebbero conseguito l’abilitazione entro il 20 luglio 2022 e avrebbero presentato una domanda di inserimento con riserva da sciogliere entro il 21 luglio 2022. 

Tuttavia, chi non si era inserito con riserva entro il 31 maggio non ha potuto accedere alla prima fascia. 

Come funzionano gli elenchi aggiuntivi

L’elenco aggiuntivo serve a dare validità all’abilitazione o specializzazione sostegno conseguita, assicurando con priorità le supplenze agli aspiranti in possesso di formazione specifica rispetto ai colleghi con titolo generico di accesso all’insegnamento. 

Gli aspiranti possono presentare una domanda telematica tramite Istanze Online all’Ufficio Scolastico che ha gestito l’inserimento/aggiornamento nelle GPS 2024/2026 o all’Ufficio Scolastico della provincia scelta, se non già inclusi nelle GPS. 

La provincia in cui inserirsi sarà la provincia di inserimento in una qualsiasi GPS o una provincia a scelta, qualora non inclusi in GPS.

Nella stessa Ordinanza Ministeriale era contemplata la possibilità di inserirsi con riserva, ma la data ultima entro cui era possibile sciogliere la riserva era stata fissata al 20 luglio 2022.

In molti hanno già potuto scioglierla, perciò già a partire dall’anno scolastico 2022/2023 si trovano a pieno titolo in prima fascia GPS con i rispettivi punteggi valorizzati dalla relativa tabella dei titoli.

Tuttavia, tante altre commissioni non sono riuscite a concludere le procedure in tempo. Motivo per cui le graduatorie sono state pubblicate saltuariamente negli ultimi mesi.

Superando il concorso ordinario bandito con DD n. 499 del 21 aprile 2020, l’aspirante ha conseguito l’abilitazione per la classe di concorso per la quale partecipa. L’Ufficio Scolastico Regionale di riferimento non rilascerà alcuna specifica certificazione. Ma conterà la data di pubblicazione della graduatoria di merito nella quale è inserito il nominativo.

Molti docenti hanno ottenuto anche l’abilitazione a cascata e per queste ultime si può essere inseriti negli elenchi aggiuntivi del 2023/2024. 

Condividi questo articolo